NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Sat, Oct
56 Nuovi articoli

Iglesias. Rubiu (Udc): Laboratorio analisi del Santa Barbara ostaggio della burocrazia

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Lo smembramento del laboratorio analisi del Santa Barbara di Iglesias appare sempre di più una prospettiva concreta. In quella direzione conducono le manovre che hanno portato al trasferimento della struttura al Sirai di Carbonia. Uno spostamento forzato, all’indomani del crollo del soffitto all’interno del presidio ospedaliero ai piedi della via San Leonardo <<con la sanità iglesiente ora ostaggio della burocrazia, con il rischio di vedersi scippare il presidio>>. Parole dure quelle del capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale Gianluigi Rubiu, che paventa l’interruzione definitiva delle attività nel polo sanitario del Santa Barbara: <<A ormai tre mesi dal cedimento i lavori di adeguamento e ristrutturazione del centro sono stati eseguiti, ora manca solo la certificazione dell’ingegnere del dipartimento dell’aera tecnica dell’Ats – spiega l’esponente dei moderati - Uno scoglio che sembra insuperabile, con i pazienti preoccupati che il trasferimento temporaneo a Carbonia possa diventare definitivo>>. Tradotto: <<Gli interventi di messa in sicurezza del laboratorio avrebbero dovuto assicurare un ritorno del polo analisi verso Iglesias con tempi spediti, ma si sta trasformando in un’odissea infinita per gli utenti. Le opere per garantire la ripresa delle attività nel laboratorio sono una corsa ad ostacoli – aggiunge Rubiu, che ha presentato un’interpellanza urgente all’assessore Arru – con continui rinvii, contrapposizioni tra la ditta fornitrice delle attrezzature e i tecnici dell’Ats>>. Un’incertezza che lascia preconizzare  un’altra operazione: <<L’inerzia della Azienda sanitaria potrebbe avere come obiettivo – tuona Rubiu – la chiusura definitiva del laboratorio dell’ospedale Santa Barbara, a tutto vantaggio del Sirai di Carbonia. Siamo all’ennesima farsa, con il centro prelievi ostaggio della burocrazia e dell’incuria. I ritardi sarebbero dovuti alle necessarie verifiche e accertamenti tecnici da parte degli uffici, Auspichiamo un intervento dell’assessore della sanità perché attivi le procedure per rendere funzionale il laboratorio di Iglesias>>.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna