NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Cagliari. On. Tocco (FI) interrogazione su traghetto per Carloforte:

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

Partenze per l’Isola di San Pietro che si preannunciano ancora problematiche senza una nuova motonave, con un mezzo insufficiente che viaggia da Portovesme a Carloforte. Una criticità avanzata in un’interrogazione dal consigliere regionale Edoardo Tocco (FI): <<Nei collegamenti marittimi verso le isole minori sarde, stiamo assistendo ad una serie di disservizi e continui problemi per l’utenza che, in particolare a Carloforte, hanno del vergognoso. Soprattutto se debba essere un palamito non segnalato lungo la banchina – spiega Tocco - a fermare un traghetto di 77 metri e quasi 3mila tonnellate di stazza lorda e se, fatto ancor più grave, debba essere sostituito a tempo indeterminato da un piccolo traghetto vecchio di oltre mezzo secolo>>. Da qui il documento che l’esponente degli azzurri ha presentato per chiedere alla giunta Pigliaru ed all’assessore Deiana che il traghetto Anna Mur della Delcomar, fermatosi a seguito di un avaria ad un propulsore e capace di ospitare oltre cento auto, venga sostituito con un traghetto di simile capienza e non, come invece è avvenuto a partire dal 12 luglio, con il traghetto minore La Maddalena, avente oltre cinquant’anni di servizio ed una capacità massima di una ventina di auto. Un mezzo inadeguato, quindi, che produce lunghe code alle banchine. <<Se questo è il nuovo servizio regionale di collegamento marittimo verso le isole minori finanziato con soldi pubblici, stendiamo un velo pietoso – attacca Tocco - Come è possibile che in alta stagione, con il maggior flusso di passeggeri in arrivo a Carloforte, si sostituisca a tempo indeterminato un traghetto di gran capienza con uno decisamente sottodimensionato ed inadeguato? Dove sta il controllo che la Regione e l’esecutivo che la governa dovrebbe compiere sull’armatore che a Carloforte svolge il servizio pure in regime di monopolio?>>. Si paga tanto per avere disagi e un servizio insufficiente. <<E’ una situazione assurda – conclude Tocco - Ecco per quale motivo sono state discusse due mozioni di sfiducia nei confronti di un assessore dei trasporti a cui sfugge, evidentemente, il profondo significato politico e civile della sua funzione, peraltro considerando un servizio di trasporto locale privato che lui stesso ha fortemente voluto, con un bando che addirittura permette al vincitore di compiere tranquillamente simili sostituzioni fra traghetti. Ed i risultati, purtroppo, sono sotto gli occhi di tutti>>.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità