NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
15
Sat, Dec
38 Nuovi articoli

Cagliari. Uiltec: “Lavoro ieri, oggi e domani. Cosa è cambiato come cambia e come cambierà”

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

Si è concluso a Pula il 2° Congresso regionale della UILTec ma bisognerà attendere il Congresso nazionale UilTec che si terrà a Napoli il 16-17-18 maggio e quello Confederale regionale di giugno per conoscere chi sarà il successore di Salvatore Sini alla guida della sigla sindacale che rappresenta in Sardegna i lavoratori dell’industria chimica, dell’energia e del tessile. Sini è stato infatti chiamato alla struttura nazionale della UilTec dal numero uno Paolo Pirani e, dunque, proseguirà a Roma la sua carriera sindacale.  Il 2° Congresso regionale della UilTec, che si è concluso questa mattina a Pula, ha dunque temporaneamente rimandato il rinnovo dei vertici regionali eleggendo i delegati che parteciperanno alle prossime attività congressuali. “E’ nostra intenzione valorizzare quanto di meglio è stato fatto in Sardegna”, ha detto il segretario generale della UilTec Paolo Pirani nel suo intervento conclusivo in cui ha annunciato l’inserimento di Sini nel gruppo dirigente che uscirà dal congresso nazionale di Napoli. “Non è più tempo di aspettare”, ha esordito Pirani, ricordando come la crisi abbia nettamente peggiorato l’economia sarda, dal punto di vista della produttività e dei livelli occupazionali. “E’ arrivato il tempo delle decisioni – ha aggiunto – e di cominciare ad affrontare i problemi partendo dalle eccellenze industriali esistenti nell’isola. Se lavoriamo insieme ci sono le premesse per il rilancio industriale del territorio”.
Dal 2° Congresso regionale della UilTec sono arrivate parecchie proposte costruttive, poche lamentele e soprattutto l’invito a non demonizzare l’industria e a non dire no aprioristicamente a qualsiasi attività industriale nell’isola. “La Sardegna è un pezzo strategico delle politiche industriali per il Mezzogiorno – ha concluso Pirani -. Basta smettere di chiacchierare e cominciare ad agire per costruire una impresa sostenibile che si sposi con il territorio”.
Il 2° Congresso UilTec si è concluso con l’elezione dei delegati che parteciperanno alle prossime attività congressuali. L’inglobamento del territorio di Sassari ha completato il processo di regionalizzazione della UilTec Sardegna.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna