NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
17
Sat, Aug
37 Nuovi articoli

Cagliari. Flaei Cisl Sardegna:energia elettrica in Sardegna. Guasti a ripetizione

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

Il 2019 inizia nel peggiore dei modi per la distribuzione di energia elettrica in Sardegna. Guasti a ripetizione, lunghe ore senza energia elettrica a causa di condizioni atmosferiche che ormai non si possono più definire “eccezionali”. Tentativi di contattare i numeri verdi per segnalare guasti e chiedere notizie senza ottenere risposta. A questo sono ridotti i cittadini Sardi riguardo un servizio essenziale per la collettività.

“Era facile prevederlo”, dichiara Mario Marras, Segretario Generale della Flaei Cisl Sardegna; “Le politiche di tagli al personale e agli investimenti adottate da “E-distribuzione, la società del Gruppo Enel che ha in concessione la distribuzione di energia elettrica, hanno portato a questi risultati. Chiudere sedi e cancellare presidi nel nostro territorio già martoriato non poteva avere effetti diversi”.

Chi ne paga le conseguenze, insieme ai cittadini e alle imprese Sarde, sono i lavoratori, costretti a turni massacranti con decine di ore di lavoro straordinario ogni settimana per dare una risposta a clienti sempre più arrabbiati. Lavoratori che con ogni condizione meteorologica, anche la più avversa, operano, spesso in condizioni di precaria sicurezza, per “ridare la luce”, colmando le carenze dell’Azienda che si sta dimostrando sorda e cieca.

“La Flaei Cisl della Sardegna” prosegue il Segretario “chiede a E-distribuzione una risposta immediata: servono assunzioni di nuovo personale e investimenti per adeguare le reti elettriche alle esigenze della Sardegna. Non si possono accettare criteri nazionali che ancora una volta penalizzano l’Isola. Non può valere il criterio del solo massimo guadagno. Essere pochi clienti dispersi in un territorio grande e difficile da presidiare non può essere una colpa per i Sardi”.

“Per sostenere queste richieste” conclude Mario Marras “la Flaei Cisl Sarda è pronta a riprendere la mobilitazione, se E-distribuzione non darà risposte tempestive e idonee alle esigenze della Sardegna”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna