NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
03
Sat, Dec
62 Nuovi articoli

Cagliari: Piazza Matteotti è una polveriera pronta ad esplodere (Luca Agati – Sap Cagliari)

Stampa Regionale
Aspetto
Condividi


E'difficile passare in piazza Matteotti a Cagliari, molti cittadini preferiscono aggirarla. E sono in tanti a chiedere giuste spiegazioni ai miei colleghi del Reparto Mobile, della Polfer o delle Volanti, che ogni giorno vigilano la zona. Con franchezza, fa molto male tutto questo; perché è inumano vedere e sopratutto tollerare una situazione del genere. Un bivacco a cielo aperto, decine di panni stesi sulla ringhiera che in passato delimitava una bellissima e suggestiva fontana.

Da appartenente alle forze dell’ordine mi vergogno, perché il mio Stato ha miseramente fallito. Tutte quelle persone ammassate rifiutano l’accoglienza che intanto ingrossa le tasche di qualcuno, diventato miserevole per convenienza. E mentre i soldi ingrossano i portafogli di qualche furbetto che ben si guarda dal comunicare alla Prefettura che un ospite si è allontanato, i servizi non devono essere forniti e quindi diventa tutto guadagno pulito. E noi dobbiamo fare i conti con i tagli perché non ci sono fondi ricevendo continui no da quello stesso Stato che permette queste follie. È questo non è normale o almeno non dovrebbe esserlo.

Perché è inumano vedere qualcuno dormire in terra, che sia una piazza o una caserma di Polizia, come accadde qualche mese fa. Tutto questo non è accoglienza, è simbolo di fallimento, di poca responsabilità, desiderio di apparire positivi agli occhi di Roma aprendo le porte della nostra terra senza limiti, per poi nascondere miseramente di avere sbagliato ed avere timore di intervenire per non essere scoperti. Piazza Matteotti è una polveriera pronta ad esplodere, perché tante persone che attendono la fine di una giornata che non arriverà mai prima o poi saranno colte dalla disperazione e dalla necessità di procurarsi da vivere ad ogni mezzo, e questo lo Stato non può permetterlo. È ora che tutti gli attori di questa triste storia si assumano le proprie responsabilità, prima che sia troppo tardi.

Luca Agati – Sap Cagliari

(admaioramedia.it)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità