NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Corruzione - Accordo su testo: il falso bilancio resterà perseguibile d'ufficio.

Stampa Nazionale
Aspetto
Condividi

Raggiunto un accordo nella maggioranza sul testo contenente le norme di contrasto alla corruzione all'esame del Senato. Lo hanno annunciato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando (Pd) e il viceministro Enrico Costa (Ncd) al termine di un vertice di maggioranza tenutosi al ministero. I punti dell'intesa sulle misure anticorruzione all'esame del Senato aggiunti nella maggioranza, prevedono innanzitutto un'estensione del regime delle sanzioni penali previsti per il pubblico ufficiale all'incaricato di pubblico servizio. Ci sarà poi un'armonizzazione delle sanzioni per i casi di corruzione propria, induzione e messa a libro paga, "quindi con riflessi anche sulle pene accessorie", ha detto Orlando.Sconto di pena per chi collabora - Viene estesa l'area di punibilità per il falso in bilancio, fermo restando il principio che tiene conto della dimensione dell'impresa e della rilevanza del fatto; e il falso in bilancio sarà sempre perseguibile d'ufficio, mentre in una prima impostazione del testo si prevedeva la sola procedibilità a querela per le società non quotate. Quanto alla prescrizione "sarà approntata integralmente dalla Commissione Giustizia della Camera insieme alle misure sul processo", ha spiegato il ministro, sottolineando però la necessità che norma anticorruzione e provvedimento sulla prescrizione procedano parallelamente. Il termine per presentare gli emendamenti al testo sulla prescrizione scade il 12 febbraio.Costa: "Voteremo testi" - "Con l'impianto discusso oggi, Ncd voterà i provvedimenti" su corruzione e falso in bilancio. Lo ha detto il vice ministro alla Giustizia, Enrico Costa, al termine della riunione di maggioranza. "Non mi pare - ha aggiunto - che ci siano barriere ideologiche che ci dividono, ma aspetti tecnici con più soluzioni: la maggioranza deve convergere su quelli più utili, e in questo momento storico bisogna dare un segnale di compattezza sulla lotta alla corruzione".Cantone: "Serve legge ben fatta" - "Il Parlamento forse si sta prendendo un po' di tempo" sul ddl anticorruzione, ma "meglio attendere un mese in più e avere una buona legge, piuttosto che correre e avere una cattiva legge. L'importante è che la facciano, perché ci sono tanti temi sul campo". Così il presidente dell'Autorità nazionale Anticorruzione a margine di un incontro al Ministero dell'Istruzione. Contro la corruzione "abbiamo necessità di avere una legge organica - ha aggiunto Cantone - che riguardi aspetti processuali, i fenomeni di collaborazione, che preveda una buona norma sul falso in bilancio. Credo che questa legge deve uscire tecnicamente ben fatta".

05 febbraio 2015 Redazione Tiscali

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità