NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
05
Mon, Dec
56 Nuovi articoli

Eurozona - Draghi: Titoli greci non sono più garanzia. L'ira di Tsipras: "La Troika è finita". Renzi: "Decisione Bce legittima"

Notizie dal Mondo
Aspetto
Condividi

Lo schiaffo arrivato mercoledì sera da Francoforte con il blocco del rifinanziamento delle banche elleniche fa male ad Atene, la cui borsa ha subito un crollo in avvio. A picco anche i bond con conseguente allargamento dello spread decennale tra i titoli greci e il bund tedesco a 980 (era 902 ieri sera). Un risveglio pesante che incide anche sugli altri mercati europei, generalmente in flessionenonostante il rialzo degli ordini di fabbrica in Germania.

In rialzo anche per lo spread fra Btp e Bund.Tsipras: "La troika è completamente finita" - E' stata durissima la reazione del premier greco che ha così parlato ai componenti del gruppo parlamentare di Syriza (sinistra radicale) riunito ad Atene. In appena una settimana il governo - ha aggiunto Tsipras - abbiamo dato speranza al popolo greco che ha sofferto molto e identità alla patria, che oggi viene riconosciuta da tutto il mondo. Il nostro Paese è diventato il punto di riferimento positivo in Europa. Il nostro governo rappresenta i valori che sono diventati materia prima. Rappresenta un'Europa dei popoli e della solidarietà. La Grecia non è più il misero partner che ascolta le prediche", ha proseguito Tsipras. "Rispetteremo la volontà del popolo greco. Aspettiamo le proposte della Germania dalla quale non abbiamo ancora ascoltato niente di concreto".Bce chiude rubinetto a banche greche - La Banca centrale europea con la sua decisione ha messo al muro il governo Tipras nel mezzo della sua offensiva anti-austerity, togliendo alle banche elleniche l'accesso alle normali aste di liquidità e giudicando il programma di salvataggio greco a rischio. "Il consiglio direttivo - si legge in una nota pubblicata sul sito della Bce dopo la riunione di mercoledì dei governatori - ha deciso di rimuovere la deroga sugli strumenti di debito quotati emessi o garantiti dalla Repubblica ellenica". Draghi non perde tempo e la stretta partirà quasi immediatamente: le nuove regole saranno applicate tra una settimana, dall'11 febbraio.Varoufakis: non scoraggiare nazione troppo a lungo - "Credo che di tutti i Paesi europei la Germania possa capire questa semplice notizia: quando si scoraggia troppo a lungo una nazione orgogliosa, e la si espone a trattative e preoccupazioni di una crisi del debito deflattiva, senza luce alla fine del tunnel, questa nazione prima o poi fermenta" ha detto il ministro delle Finanze greco Janis Varoufakis, alla tv tedesca Ard, prima di incontrare Wolfgang Schaeuble a Berlino.Schaueble: fatti progressi ma si deve fare ancora molto - Dopo l'incontro col collega greco Wolfgang Schaueble ha detto: "Abbiamo parlato a lungo e in modo intenso. Non con pieno accordo ma non sarebbe convincente. Sono stati fatti molto progressi ma si deve fare ancora molto". La Grecia deve affrontare i problemi "con le tre istituzioni con cui ha affrontato il programma, la Bce, la Commissione Ue e il Fmi", ha aggiunto il ministro delle Finanze tedesco.Non tutto va nella direzione giusta - Comunque "we agree to disagree", ha detto Schaueble, sottolineando che "oggi non è stata trovata una soluzione, ma sono stati affrontati i problemi". Il ministro ha anche aggiunto che delle proposte annunciate dal governo greco finora "non tutte vanno nella direzione giusta". Schaeuble ha ribadito che è necessario avere "rispetto" per i grandi sforzi fatti dai greci, ma ha anche sottolineato che "le ragioni della crisi in Grecia non hanno origine in Germania, e su questo siamo stati d'accordo"Hollande e Renzi: legittima la decisione della Bce - La decisione della Banca centrale europea di bloccare i rifinanziamenti ordinari alle banche greche "è legittima": lo ha detto il presidente francese, Francois Hollande, in conferenza stampa a Parigi. Per il capo dello Stato, la mossa di Eurotower "induce greci ed europei a mettersi intorno a un tavolo". Sulla stessa lunghezza di Hollande anche Matteo renzi che ha aggiunto: "In un confronto diretto e positivo che, andando oltre una concezione burocratica tutta rivolta all'austerità, sia capace di rispettare e far rispettare gli impegni presi e di guardare con maggiore fiducia e determinazione ad un orizzonte europeo fatto di crescita e investimenti".Intanto Putin invita Tsipras a Mosca - Intanto il presidente russo Vladir Putin ha invitato a Mosca per colloqui Alexis Tsipras il 9 maggio prossimo. Lo ha annunciato la TV di Stato greca Nerit precisando che l'invito a Tsipras, ricevuto nel corso di una telefonata con Putin è stato confermato anche da funzionari a Mosca. Al centro dei colloqui, secondo le prime indiscrezioni di stampa, oltre ai rapporti della Grecia con i partner europei anche questioni riguardanti i gasdotti verso la Grecia e l'Europa.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità