NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec
55 Nuovi articoli

Sant'Antioco. SaBarraContest 2015. Tutte le classifiche

serf femminile
Altri
Aspetto
Condividi

Lo spettacolo del grande windsurf italiano al Windsurfing Club Sa Barra, nell’isola di Sant’Antioco (CI) situata nell’estremo sudovest della Sardegna. Un’isola felice del vento dove i migliori freestyler del panorama nazionale si sono sfidati in occasione del #SaBarraContest, gara valida come 1^ tappa del Campionato Nazionale AICW, mostrando tutto il loro talento agli occhi di un pubblico nuovo che si sta pian piano appassionando a una disciplina sempre più affascinante.
Quest’anno importante è stato il contributo del Comune di Sant’Antioco, su iniziativa dell’Assessorato allo Sport, con un grande sostegno per la riuscita della manifestazione grazie alla messa in palio di un montepremi in denaro per i migliori classificati. E il sostegno di alcune realtà locali come l’agenzia turistica Tuttosantantioco.com, l’AICS, Italica Spa e tanti amici del Windsurfing Club Sa Barra, che da ormai diversi anni credono nel loro progetto. In piena collaborazione con l’Associazione Italiana Classi Windsurf e con il Circolo Nautico Calasetta (FIV), poi, è stato curato l’aspetto tecnico e organizzativo della competizione.
Aldilà del risultato sportivo che ha premiato il 19enne romano Giovanni Passani, da due anni a Sant’Antioco per allenarsi, il #SaBarraContest ha regalato emozioni in una due giorni di gare senza sosta. Vento di maestrale forte per quasi tutto il sabato (con picchi di poco superiori ai 30 nodi), di intensità inferiore la mattina della domenica fino alle prime ore del pomeriggio. Poi come per magia una volta partita la Super Session Tecnocasa Sant’Antioco, che ha sponsorizzato lo show delle super moves con un ricco montepremi, eccolo tornare a spingere gli atleti ad una vera e propria esaltazione del freestyle, portando al limite le loro potenzialità. Tutto per il pubblico.
Tanti giovani talenti già affermati, alcuni come Jacopo Testa, Mattia Fabrizi, Rossel Bertoldo, Giovanni Passani e Marco Vinante, recentemente reduci dalle esperienze nel circuito di coppa del mondo del PWA World Tour. Ma non solo. Un mix di età dove il più “piccolo” ha 15 anni e il più “grande” ne ha 40. Con loro anche 5 ragazze, un record per un Campionato Nazionale AICW. Sintomo che anche il lato più estremo del windsurf sta attraendo il mondo femminile. A trascinarle c’è anche l’esplosione della fenomenale Maaike Huvermann, 17enne olandese che ha scelto il Windsurfing Club Sa Barra per allenarsi in vista del circuito mondiale, iscritta al Contest (fuori gara per la lotta al titolo nazionale).

1° DINGLE ELIMINATION MASCHILE
Già dal venerdì la battaglia è stata avvincente, con sfide combattutissime ad alti contenuti tecnici. Il race director Mirko Braghieri ha optato per un Dingle Elimination, un tabellone che è una sorta di fusione tra Single e Double Elimination. Ha permesso così di chiudere due tabelloni completi permettendo ai rider di restare costantemente in acqua a gareggiare.
Subito un equilibrato confronto in casa tra il promettente 15enne di Sant’Antioco Nicolò Tagliafico (quarto classificato al termine della competizione) contro il 18enne Riccardo Marca, di Riccione ma anche lui da due anni sardo acquisito. Largo ai giovani: passa Tagliafico. Poi un ritorno al presente con una sfida che da anni si ripropone sui campi di regata dei campionati italiani: il padrone di casa Gigi Madeddu (quinto) contro il rider di Porto Pollo Stefano Lorioli. Esperienza, strategia e talento: passa Madeddu. Ecco una heat da brividi: Jacopo Testa, campione in carica, contro Giovanni Passani. Big moves, botta e risposta e risultato in bilico fino al suono della sirena: il primo round lo vince Testa.
Si va avanti e il maestrale inizia a spingere. Marca risale aggiudicandosi una bella batteria contro Marco Vinante (3° del ranking italiano), Passani e Lorioli lo seguono vincendo contro Matteo Romeo (lago di Como e vincitore della Coppa Italia tow-in) e Francesco Cappuzzo (siciliano appena 18enne, poi vincitore della Super Session). Nel frattempo Matteo Testa va forte prima di fermarsi però nel derby di famiglia contro Jacopo, e Mattia Fabrizi prosegue sciolto eliminando il local Fausto Mattana e l’atleta di Porto Pollo Luca Pirina. Il vice campione italiano raggiunge il vincitore del #SaBarraContest 2014, Rossel Bertoldo, nel remake della finale dello scorso anno, prendendosi la rivincita al termine di un confronto serrato. Nella parte alta la sorpresa è Tagliafico che supera ancora Marca prima di frenare la sua bella corsa contro Fabrizi. Nella finale 3/4 posto trova il suo maestro Madeddu (che prima aveva eliminato Lorioli): vince l’allievo che si prende un applauso da tutti i presenti. E’ di nuovo Testa contro Passani, ma questa volta passa il rider di Sa Barra che poi sconfigge anche Madeddu e vola in finale contro Fabrizi. Il vento è forte e in acqua i due non si risparmiano. Il primo Dingle lo vince Passani.

2° DINGLE ELIMINATION MASCHILE

Siamo ancora nel primo pomeriggio e il NW aumenta fino a 30 nodi pieni. Si parte subito con il secondo Dingle Elimination e ad andar forte sono Matteo Testa e Matteo Romeo. Meno fortunato Cappuzzo che incontra subito un Passani super motivato dopo la vittoria del primo tabellone. “Matteino” mostra tutto il suo talento impressionando nella batteria contro Bertoldo “stappando” la best move del giorno con una Air Kabikuchi.
A fermarlo, la domenica mattina, è solo Passani, che aspetta Jacopo in semifinale. Il campione in carica vuole rifarsi e lo dimostra surfando in modo fantastico contro Madeddu. Both side completo, sia in switch che in normal stance. Nella “bella” contro Giovanni si ripete, ma il verdetto si gioca davvero su pochi dettagli, complice anche un vento ad intensità altalenante. Nella parte alta del tabellone è bagarre. Romeo è in gran forma e si prende la sua rivincita contro Tagliafico finendo la batteria ancora asciutto. E’ costretto ad arrendersi solo contro l’amico Mattia Fabrizi, sempre costante e chirurgico nella sua gara, soprattutto contro Lorioli, quest’ultimo reduce da una sfida serrata contro Marco Vinante. La finale, con vento meno intenso, è la stessa degli ultimi due campionati nazionali. Se la aggiudica Jacopo Testa, Fabrizi è secondo. Poco dopo Passani batte Romeo nella finalina e grazie al terzo posto è il nuovo Campione del #SaBarraContest.

LA GARA FEMMINILE

Due tabelloni anche per le ragazze. Maaike ha entusiasmato con manovre degne di una n.3 del mondo, portandosi a casa il trofeo. Ma le nostre italiane non sono state da meno. Eva Chiochetti, da anni una delle migliori freestyler del nostro paese, ha ottenuto due secondi posti chiudendo in testa la classifica per il Campionato Nazionale AICW. La 16enne Nicole Bandini ha chiuso terza grazie ai suoi spock e ad uno speed loop in batteria, Francesca Floris quarta davanti a Sefania Fumagalli. Il freestyle parla al femminile.

LA SUPER SESSION “TECNOCASA”
La Super Session, sponsorizzata “Tecnocasa”, è la libera espressione di questa disciplina, la massima rappresentazione del “free surf”. Local come Stefano Salemi, Francesco Farci e Matteo Piras, insieme alle 5 ragazze tutti insieme a testa alta al cospetto dei big del freestyle italiano pronti a sfidare i propri limiti senza alcun timore. Il vento aumentato per l’occasione ha scatenato tutto il talento di Francesco Cappuzzo, 18 anni appena compiuti ma già veterano del mondo delle competizione.
La sua “Culo into Spock one hand” gli ha regalato il trofeo e una meritata soddisfazione personale. Ma chiunque avrebbe potuto vincere un premio. Mattia Fabrizi, secondo classificato, ha annunciato in spiaggia la “Double Culo” e l’ha chiusa al primo tentativo. Spock Culo in due batterie consecutive per Stefano Lorioli, terzo. L’Air Kabikuchi, l’Air Bob e la “Culo one hand” di Matteo Testa, altro showman della Super Session. La “Normal Chachoo” e la “Spock into Culo” di Marco Vinante (chiusa anche 900 fuori la batteria). La Spock Kono di Jacopo Testa. Il Kabikuchi di Madeddu. E tanto altro.
UN PREMIO SPECIALE
Un riconoscimento speciale è stato poi meritato dal local Fausto Mattana, che si è aggiudicato il premio “Fair Play”. Durante la heat contro il compagno di mille uscite al Windsurfing Club Sa Barra Rossel Bertoldo, ha visto l’avversario in difficoltà in seguito alla rottura dell’albero. Bertoldo non poteva proseguire e avrebbe senz’altro perso il confronto. “Fausat” ha smesso di far manovre e lo ha recuperato trainandolo fino a riva, accettando di ripetere la batteria. #SaBarraStyle.

CLASSIFICA FINALE S BARRA CONTEST MASCHILE
1^ TAPPA CAMPIONATO NAZIONALE AICW
1. Passani Giovanni
2. Fabrizi Mattia
3. Testa Jacopo
4. Tagliafico Nicolò
5. Madeddu Luigi
6. Lorioli Stefano
7. Romeo Matteo
8. Testa Matteo
8. Bertoldo Rossel
8. Marca Riccardo
11. Farci Francesco
11. Vinante Marco
11. Mattana Fausto
11. Pirina Luca
11. Cappuzzo Francesco
11. Tamantini Gianluca
17. Piras Matteo
17. Salemi Stefano

CLASSIFICA FINALE FEMMINILE SA BARRA CONTEST
1. Maaike Huvermann
2. Eva Chiochetti
3. Nicole Bandini
4. Francesca Floris
5. Stefania Fumagalli

CLASSIFICA FINALE FEMMINILE
1^ TAPPA CAMPIONATO NAZIONALE AICW

1. Eva Chiochetti
2. Nicole Bandini
3. Francesca Floris
4. Stefania Fumagalli

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità