NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
23
Sun, Jun
Pubbicità

Sant'Antioco. Sabato 8 Aprile Genti Noa ha presentato i sedici candidati.

Sant'Antioco
Aspetto
Condividi

Sabato 8 Aprile Genti Noa ha presentato i sedici candidati. Vi Proponiamo stralci del comizio tenuto dal candidato sindaco Alberto Fois
"Devo dirvi che siamo gli unici che hanno potuto presentare un gruppo che ha le competenze per rilanciare il nostro straordinario territorio, ha dichiarato il candidato sindaco Alberto Fois. A differenza di tutte la altre liste che ancora sono alle prese con i partiti per individuare i candidati, noi abbiamo deciso di allearci con gli antiochensi. Il nostro programma è stato elaborato dai candidati e da squadre di tecnici in cinque anni di studio e di lavoro. D'altra parte i progetti seri non nascono due mesi prima dal voto. Nemmeno i candidati si dovrebbero scegliere in base alle solite logiche di potere, ma in base a competenze che si misurano nel tempo con la effettiva elaborazione condivisione di un progetto di sviluppo per il territorio. Oggi davanti a Forza Italia che si accoppia con l'UDC e il Pd che si associa alla lista del sindaco uscente e all'ex vicesindaco che si mette insieme ad un suo oppositore, siamo ancora più convinti che i cittadini di Sant'Antioco meritino un progetto di sviluppo sostenibile che abbia come unico obiettivo quello di mettere a sistema la città e l'isola di Sant'Antioco. Dobbiamo pensare al lavoro, alle attività economiche e alle nostre famiglie, non alle solite carriere politiche. Una cosa è certa, con Genti Noa avrete la certezza che io sono il candidato sindaco e non avrete dubbi sul fatto che lavoreremo per Sant'Antioco, non per le prossime elezioni regionali ha ancora rincarato la dose Alberto Fois. Durante la presentazione e dei candidati che hanno operato nei vari settori, si è parlato di un progetto per l'edilizia che potrebbe rilanciare gli edili locali e di un vero piano per la pesca, del turismo e dei servizi sociali, quest'ultimo con lo scopo di non lasciare nessuno, davvero nessuno indietro. Non senza nota polemica ancora si è detto: la devozione per il nostro santo non può essere una occasione per mettere in mostra qualcuno, ma è un momento di intima spiritualità che fa parte della nostra vita che rappresenterà sempre un pezzo della nostra identità. Per questo dobbiamo promuoverla insieme, ma senza sprecare i soldi pubblici come si sta facendo anche adesso visto che ancora non si sta facendo promozione e ancora non si conosce il programma dei festeggiamenti civili. Non possiamo sperare in futuro migliore se non cambiamo mentalità e non scegliamo davvero Genti Noa", ha concluso Alberto Fois

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità