NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec

Masainas. Sostegno “de minimis” per incentivare le attività agricole

S.I. Oggi
Aspetto
Condividi

Grande interesse sta suscitando, nel territorio comunale, il progetto denominato “Masainas coltiva”, voluto dall'Amministrazione in stretta sintonia con i privati cittadini. Obiettivo del Comune è proprio quello di incentivare l’ampliamento delle attività agricole locali anche sul comparto della frutta da guscio, investendo sulla diffusione della mandorlicoltura da reddito nell'agro di Masainas, in attesa di specifiche decisioni in merito da parte della Regione Sardegna.
L’intervento dell'Amministrazione comunale sarà inquadrato all’interno dalla norma del “de minimis” primario, come è stato illustrato nel corso di una riunione tenutasi in Municipio, alla presenza di numerosi cittadini interessati, dei rappresentanti del Comune e dei tecnici dell'Agenzia Agris. “Il progetto, finalizzato e a termine – è stato spiegato durante l'incontro – ha carattere straordinario e sperimentale e sarà finanziato interamente con risorse provenienti dal bilancio comunale 2016 per l'incentivazione e valorizzazione della mandorlicoltura in agro di Masainas. Si tratta di un percorso che adotta una formula di reciproca collaborazione tra pubblico e privato; infatti, i beneficiari del contributo, che avranno aderito alla manifestazione di interesse, dovranno impegnarsi a collaborare con il Comune e i tecnici di Agris Sardegna per la verifica dei risultati produttivi per almeno un triennio”.
Gli agricoltori metteranno a disposizione il terreno, i mezzi tecnici di produzione, il lavoro e l'acqua (se presente), mentre il Comune di Masainas si impegnerà a garantire un contributo per l'acquisto delle piantine, nel numero di 138/130 da mettere a dimora (radice nuda o in fitocella), e di una rete da recinzione pastorale con i relativi pali di sostegno, per la superficie massima di mezzo ettaro.
L'intervento sarà gestito, passo dopo passo, con la massima semplificazione procedurale, al fine di assicurare tempi brevi di erogazione del contributo ed alleggerire il carico burocratico. La pratica, che sarà acquisita dallo sportello comunale con graduatoria sulla base del protocollo, sarà conclusa in seguito ad un sopralluogo da parte di una commissione comunale, per accertare la corretta esecuzione dell’impianto e la consegna, agli uffici comunali preposti, della documentazione della spesa sostenuta per l’acquisto delle piantine, a giustificazione del contributo erogato. Si precisa che il contributo non potrà superare i mille euro, per beneficiario residente nel territorio comunale di Masainas, riferito alla superficie impiantata di 50 are; saranno, però, prese in considerazione anche le manifestazioni d’interesse inferiori alle 50 are, ma non inferiori alle 20 e, in tal caso, i beneficiari avranno un incentivo proporzionale alla superficie impiantata, di venti euro per ara coltivata. Il numero delle piantine sul campo, per rendere valida la prova sperimentale, sarà considerato in ragione di minimo 260 piante per ettaro col sesto d’impianto 6X6.

Gianluigi Sulas

Sulcis Iglesiente Oggi