NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec

Gonnesa. In paese la festa della Madonna di Monserrat. L’attesa per Maria, preghiere ed emozioni

S.I. Oggi
Aspetto
Condividi

Il simulacro della Madonna di Monserrat è partito, da alcune ore, dalla Cattedrale di Iglesias per raggiungere il paese di Tratalias dove è stato protagonista dei festeggiamenti in suo onore fino al martedì pomeriggio. Ma Gonnesa già inizia a prepararsi ad accogliere Maria quando, martedì sera, facendo rientro ad Iglesias, farà tappa in paese.
È venerdì e già i vicinati si radunano per addobbare le strade con le bandierine bianche e celesti, con i nastri che martedì, in forma semplice o di coccarda, verranno applicati sui balconi, nelle inferriate dei giardini, sulle porte di casa, sui pali della luce insieme a qualche striscione. L’attesa è tanta, la tradizione continua da secoli. Martedì sera, 10 maggio, verso le 19.15 i trattori, che accompagnano il carro in cui viene trasportata la statua, compaiono da lontano vicino all’ingresso del paese. I gruppi folcloristici, i cavalli ed i loro cavalieri, la banda, i musici, già attendevano vicino alle abitazioni. Alle 19.30 la processione comincia a snodarsi. Avanzano prima una decina di uomini e donne in costume tradizionale in sella ai cavalli abbelliti per l’occasione, seguono poi i tre carri che hanno prelevato il simulacro ad Iglesias, e che ve lo ricondurranno domani, rumorosamente festeggiando con i clacson spianati e donando ai paesani in attesa spighe di grano e fiori. Ad accompagnare allegramente la processione sfilano i Musici e tamburini del Quartiere Fontana di Iglesias seguiti poi da vari gruppi in costume: Il Gruppo folkloristico Nuraxi Figus, l’Associazione culturale Sant’Andrea di Gonnesa, il Gruppo folk S. Lucia di Settimo San Pietro, la Pro Loco Perdaxius Gruppo folk Santu Jacu, i suonatori di launeddas e fisarmonica, il gruppo Costumàntzias di Guasila, il Gruppo folk Santa Maria Flumentepido, il gruppo folk Sa Scabitzada di Capoterra, il Gruppo Folkloristico Città di Iglesias, il Gruppo folk Maria Carta di Gonnesa. Segue poi la Banda musicale E. Porrino di Portoscuso ed infine la Confraternita del Santissimo Rosario di Gonnesa, che accompagna il carro con il simulacro di Maria, preceduto dal sacerdote Don Dionigi e dal sindaco e dagli amministratori comunali.
Il trattore lentamente conduce il carro, addobbato a festa, sul quale la bella statua della Madonna, sorretta da due uomini in costume e circondata da bambini, riceve il saluto di tutti i presenti, con un segno di croce ed una preghiera. La processione si snoda per le vie del paese fino a giungere, seguita da una folla numerosa, in chiesa, nella parrocchia di sant’Andrea apostolo, dove viene celebrata la partecipatissima messa. Cominciano poi i festeggiamenti civili. Domani ben tre Sante Messe e la recita del Rosario saluteranno la Madonna che nel pomeriggio ripartirà alla volta di Iglesias. Molti dei devoti alla Madonna pregano in cuor loro di poter rinnovare la loro presenza anche il prossimo anno.

Daniela Aretino

Sulcis Iglesiente Oggi