NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec

Iglesias. La parrocchia San Pio X al Giubileo Regionale della Famiglia

S.I. Oggi
Aspetto
Condividi

Domenica 19 giugno presso la fiera campionaria di Cagliari si sono ritrovate circa 300 famiglie, in rappresentanza di tutte le diocesi della Sardegna per partecipare al "Giubileo regionale della Famiglia" organizzato nell'ambito dell'Anno Santo della Misericordia dalla Conferenza Episcopale Sarda. Un’intera giornata - fra studio e momenti liturgici - dedicata alla valorizzazione dell’istituto familiare all’interno della Chiesa e nella società civile.
Al mattino, nel quartiere fieristico di viale Diaz, dopo l’accoglienza delle famiglie e la sistemazione nei padiglioni, mons. Mosè Marcia, vescovo di Nuoro, delegato regionale per la Pastorale familiare ha dato il saluto e la benedizione a tutte le famiglie presenti e non, invitando tutti, alla Preghiera Comunitaria, e a cogliere la bellezza dell'amore del Signore presente in mezzo a noi. Ha invitato i coniugi a vivere il Giubileo della famiglia, vivendo la misericordia l’uno per l'altro, non amando solo i pregi ma anche i difetti di ciascuno, perché “la bellezza dell'amore passa, ma l'amore resta”.
Successivamente, ha preso la parola mons. Mauro Maria Morfino, vescovo di Alghero-Bosa, guidando una Lectio Divina dal tema “Famiglia, luogo di Misericordia”, con le testimonianze dei coniugi Gabriella e Pierluigi Proietti, a cui è seguita la testimonianza dei coniugi Antonella e Nicola Lops. Antonella e Nicola fanno parte dell’Associazione Retrouvaille, che da anni si dedica a seguire coniugi in stato di separazione.
Mons. Morfino nella sua lectio scandisce queste parole : “Il volto guarito dell'amore è la gratuità. Amore che quando è narciso diventa violento”.
Alle ore 16,30, pellegrinaggio alla basilica di Bonaria, con passaggio della Porta Santa e Concelebrazione Eucaristica, presieduta dall’arcivescovo di Cagliari, mons. Arrigo Miglio, concelebranti altri vescovi della Sardegna. La celebrazione si e svolta in un clima di gioia e di partecipazione. Mons. Miglio ci ha ricordato che la famiglia è il luogo in cui la testimonianza e l’annuncio sono fattori determinanti nel campo della trasmissione della fede, ringraziando tutti coloro che hanno partecipato. Alla fine è stata elevata da parte di tutta l’assemblea la preghiera alla Santa Famiglia.
La nostra parrocchia ha partecipato a questa giornata con la presenza di alcune famiglie. È stata una esperienza costruttiva che ripeteremmo volentieri. Confrontarsi con altre coppie arricchisce e insegna che la famiglia modello non esiste ma tutti viviamo gli stessi problemi nella quotidianità. Se le difficoltà si vivono nell’attenzione reciproca, suscitando piccoli gesti d’amore, segni della presenza viva e operante di Gesù in mezzo a noi, la nostra fede cresce e matura aiutandoci a rendere le nostre famiglie piccole chiese domestiche.

Sulcis Iglesiente Oggi