NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
63 Nuovi articoli

Sassari. Firmato appalto per nuovo polo bionaturalistico dell’universita'

Attualità Regionale
Aspetto
Condividi

E’ stato sottoscritto a Sassari l’appalto da quasi 19 milioni di euro per la progettazione e la realizzazione del Polo Bionaturalistico di Piadanna e dell’Orto botanico dell’Università di Sassari. A realizzare l’opera sarà la Pessina Costruzioni. Alla sottoscrizione della firma dell’appalto erano presenti a Sassari il Direttore generale dell’Università Guido Croci, il Responsabile unico del procedimento Simone Loddo e, per la Pessina Costruzioni, il Presidente Massimo Pessina.

E’ stato sottoscritto a Sassari l’appalto da quasi 19 milioni di euro per la progettazione e la realizzazione del Polo Bionaturalistico di Piadanna e dell’Orto botanico dell’Università di Sassari. A realizzare l’opera sarà la Pessina Costruzioni. Alla sottoscrizione della firma dell’appalto erano presenti a Sassari il Direttore generale dell’Università Guido Croci, il Responsabile unico del procedimento Simone Loddo e, per la Pessina Costruzioni, il Presidente Massimo Pessina.

Il progetto cui oggi s’è dato l’avvio riguarda il completamento funzionale delle Aree 4, 5, 6 e 7 per le quali si prevede di realizzare, nel corpo principale, alcune strutture dipartimentali (studi, uffici e laboratori) ed il museo universitario. Nel corpo secondario, invece, saranno realizzate le aule di didattica, quelle magne, la biblioteca e i servizi amministrativi.

L’intervento prevede anche la sistemazione delle aree esterne del complesso, da destinare alla realizzazione di quello che diverrà uno dei più grandi orti botanici d’Europa. Quest’ultimo sarà diviso in due aree. La prima dedicata alle collezioni sistematiche e tematiche, che ospiteranno le specie erbacee ed arbustive organizzate per famiglie, a fini espositivi, didattici e di ricerca. L’altra sarà l’area habitat, che accoglierà le collezioni di specie arbustive ed arboree replicando i principali habitat della Sardegna, con la presenza di attrezzature polifunzionali aperte a un pubblico più vasto e con una gestione più informale, in un’ottica di Orto botanico ‘diffuso’.

L’orto si completerà con alcune strutture all’interno dell’edificio. Le serre saranno da completare secondo il progetto esistente (che prevedeva l’articolazione in tre zone delimitate da pareti vetrate: serra fredda, serra temperata, serra calda), considerato che per esse sono già stati realizzati gli impianti. I locali per la Direzione e per le attività di supporto e manutenzione (spogliatoi, laboratori, archivio) e, infine, uno spazio per accoglienza e bookshop, ricavato nei locali al piano terra del fabbricato già in uso.

I lavori dureranno due anni e mezzo e l’azienda conta di consegnare l’opera entro l’estate del 2018. A curare il progetto sarà la Proger spa.

Esprime soddisfazione il Presidente Massimo Pessina: “Siamo felici e onorati di poter lavorare con la nostra azienda in questa fantastica isola e di poterci confrontare con una realtà dinamica e ricettiva. Contiamo di realizzare all’Università di Sassari un’opera importante, così come di valorizzare l’area destinata ad ospitare uno straordinario orto botanico, unico nel suo genere in Italia”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna