NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
63 Nuovi articoli

Cagliari. “Vento di Sardegna”, torna in mare. Il varo Venerdì alle 11

Attualità Regionale
Aspetto
Condividi

Ritorno tra le onde del grande navigatore solitario. Il plurivittorioso Open 50 di Andrea Mura, “Vento di Sardegna”, torna in mare dopo alcuni lavori di miglioria e manutenzione. Il varo dell’imbarcazione è previsto per il giorno 18 marzo a Cagliari a partire dalle 11, all’interno del porto doganale di Cagliari (terminal Grendi).
Per Andrea Mura si tratta anche del lancio ufficiale del suo programma sportivo per il 2016, che prevederà, oltre alla Roma per 1 (già confermata), altre importanti regate in Mediterraneo.
Padrini dell’evento saranno Mauro Fongia, urologo di fama internazionale e specializzato nella chirurgia robotica e Giuseppe Masnata, pediatra con grande sensibilità per l’infanzia che soffre (e amante della vela).
Al varo saranno presenti anche i ragazzi di New SardiniaSail, attivi in iniziative di reintegro sociale e che hanno dato manforte a Mura nei lavori di manutenzione, oltre a partecipare con lui al progetto della “Rotta della Legalità”.
L’imbarcazione si chiamerà Ubiquity-Vento di Sardegna, in virtù del main sponsor, che ha confermato il proprio supporto all’atleta anche per l’anno in corso. Ubiquity, già media & communications partner di Mura, è un’azienda leader nelle soluzioni mobile professionali per grandi aziende (www.ubiquity.it).
“E’ davvero emozionante rimettere in acqua Vento di Sardegna, e ancor di più grazie alla collaborazione del mio team, affiancato da un gruppo di ragazzi con un passato problematico e ora in fase di recupero: è come se fosse la prima volta. Mentre l’uomo invecchia la barca ringiovanisce- dichiara Andrea Mura- Ci attende una stagione di sfide in Mediterraneo, non solo agonistiche ma anche di ricerca tecnologica e di innovazione in vista di future regate oceaniche. Anche nel 2016 proveremo a far divertire la gente, battere record e centrare traguardi prestigiosi”. Poi prosegue: “Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini, tutte le persone che hanno espresso affetto e supporto, i nostri partner tecnici e i nostri sponsor, in primis Ubiquity, i media partner e la stampa, costantemente al nostro seguito”.
“Per Ubiquity affiancare il proprio nome a quello di Andrea è ormai un privilegio e un classico. Da tempo lo supportiamo, per questa annata che sta partendo ora siamo divenuti addirittura Main Sponsor e la cosa ci fa davvero piacere- conclude Dario Calogero – CEO di Ubiquity - Ubiquity è un’azienda sfidante, proprio come Mura: sarà bello solcare insieme questo mare e portare a casa tanti successi”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna