NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
63 Nuovi articoli

Cagliari. Martedì protesta degli studenti in piazza

Attualità Regionale
Aspetto
Condividi

"Scuola e democrazia sono nelle nostre mani" Con questo slogan martedì alle 9.30 in piazza Giovanni XXIII a Cagliari l'Unione degli Studenti manifesterà insieme a tutto il mondo della scuola per continuare la lotta contro la Buona Scuola. Il Governo afferma di voler far ripartire l'Italia ma la riforma dell'istruzione che sta portando avanti rappresenta un tentativo di privatizzazione della scuola pubblica ed una limitazione economica dell'accesso ad essa e ai suoi servizi. Renzi parla dell’importanza della scuola per la democrazia, per il lavoro, per lo sviluppo, ma di fatto prevede un importante definanziamento di essa nei prossimi anni.  "Siamo stanchi della retorica di questo Governo che ha fatto finta di ascoltarci  durante l’autunno, ma che continua a rappresentare soltanto gli interessi dei poteri forti. Vogliamo una riforma che tenga conto delle reali necessità delle studentesse e degli studenti. Il nostro obiettivo non è semplicemente demolire la riforma proposta dal Governo: la situazione attuale della scuola non ci soddisfa. Ma secondo noi le priorità per un’AltraScuola a misura di studente sono altre: la piena gratuità dell’istruzione; un’alternanza scuola-lavoro finanziata e qualificata; investimenti per il rilancio della scuola pubblica; una riforma che renda la valutazione democratica; finanziamenti cospicui sull’edilizia scolastica; un ripensamento radicale dell’autonomia scolastica; una riforma dei cicli scolastici, dei programmi e della didattica"- dichiara il coordinatore regionale dell'Unione degli Studenti Francesco Ara. Si prevede una forte presenza studentesca allo sciopero del 5 maggio, con autobus e treni provenienti da Carbonia, San Gavino, Sorgono e da molti altri territori.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna