NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Chiude oggi " Al di qua del Ponte". Due giorni di rassegna etnica.

Attualità Locale
Aspetto
Condividi


E' ancora viva l'esibizione, nello splendido scenario dell'arena fenicia, dello spettacolo teatrale sul tema emigranti "Invisibili" proposto ieri sera dall'attore e griot senegalese Mohamed Ba. In Invisibili Mohamed Ba, miracolosamente sopravvissuto egli stesso ad un attentato razzista il 31 maggio 2009 a Milano, ripercorre e interpreta il cammino di due cittadini africani che si mettono in viaggio sognando una vita migliore, canta le contraddizioni, i sogni, le speranze, i dolori e le gioie del continente, e porta il pubblico a chiedersi: Che ne sarebbe della nostra vita, a noi del nord del mondo, se non fossimo nati qui? Persino invecchiare non sarebbe permesso. Così i sorrisi  strappati al pubblico durante il racconto lasciano il posto ad un amara analisi del problema che oggi è diventata emergenza: il fuggire, spesso a costo della propria vita, da scenari di guerra , vessazioni e povertà verso un mondo che si crede migliore e spesso non lo è.
Mohamed Ba. E' nato a Dakar, in Senegal. Mediatore e animatore culturale, ha aderito al movimento per la promozione della letteratura africana e al circolo dei giovani scrittori per l'alfabetizzazione nelle zone rurali. Migrato in Francia, è stato coordinatore dell'operazione Un immigré, un livre. Nel 1998 ha pubblicato Parole de nègre, sulle migrazioni nei paesi del Sahel. Nel 1999 trasferitosi in Italia ha collaborato con il centro ambrosiano di Milano per Ex cursus. E' fondatore del gruppo Mamafrica che usa la percussioni per diffondere la cultura africana. E' autore ed interprete di diversi monologhi teatrali come "Invisibili", rappresentato ieri sera all'arena fenicia, scritto nel 2010. Ha inoltre partecipato a vari progetti teatrali e a trasmissioni radiofoniche e televisive.

IL PROGRAMMA DI OGGI 26 LUGLIO 2015.

ORE 18,00 - Allestimento stand espositivi e gastronomici.
ORE 20,00 - "Diverso è saporito" degustazione di piatti etnici tradizionali a cura delle comunità venezuelana, colombiana, senegalese, romena, bielorussa, moldava, ucraina, serba, montenegrina, brasiliana, libanese, cubana, dominicana, palestinese, sarda, tabarkina. A seguire esibizioni di canti, balli e reading delle comunità ospiti.
ORE 20,45 - Raduno della marching band Caravan Orkestar nella piazza Italia.
ORE 21,00 - Partenza della Caravan Orkestar dalla piazza Italia e successiva esibizione itinerante lungo le vie corso Vittorio Emanuele, piazza Umberto, via Regina Margherita, via Castello, via Carducci.
ORE 22,00 - Concerto-spettacolo della Caravan Orkestar e del maestro fisarmonicista Jovica Jovi

la kermesse interculturale e multietnica AL DI QUA DEL PONTE è stata realizzata dall’associazione culturale Il calderone, in collaborazione con le associazioni di Sant’Antioco e del Sulcis Collage- Migranti del Sulcis, ARCI (comitato Sud-Sardegna), il Centro Servizi Culturali della Società Umanitaria di Carbonia-Iglesias, la cooperativa Destinazione Sulcis e con il patrocinio del Comune di Sant’Antioco, della Fondazione Banco di Sardegna e della Presidenza del Consiglio Regionale.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità