NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
07
Wed, Dec
67 Nuovi articoli

Carbonia. Inaugurato il nuovo Blocco Operatorio del Sirai. Onnis: «Presto anche al CTO».

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Inizia l'attività nel nuovo blocco operatorio del P.O. Sirai di Carbonia, all'avanguardia dal punto di vista tecnologico e funzionale, con apparecchiature di ultima generazione e classificato ISO 5 (sala operatoria con esigenze di sterilità molto elevata). In dettaglio, il nuovo blocco operatorio, con una superficie di circa 1500 mq, si compone di 4 sale operatorie e relative pertinenze delle quali tre a destinazione chirurgica “flessibile” e una di maggiori dimensioni da dedicare alla chirurgia ortopedica-traumatologica e una sala risveglio.
Le nuove sale operatorie sono ubicate al Piano terra del Presidio in immediata adiacenza con il Pronto Soccorso e la Rianimazione.
L'intervento di realizzazione del nuovo blocco operatorio è stato finanziato per un importo complessivo di 4 milioni e 500 mila euro (a fronte di un finanziamento complessivo di circa 13 milioni di euro che ha riguardato anche la realizzazione della hall del presidio, dei reparti di Cardiologia e Emodinamica, e l'adeguamento dell'impianto elettrico). Le dotazioni tecnologiche e strumentali del blocco hanno comportato una spesa di complessivi un milione e 800 mila euro circa. Si tratta di arredi e strumentazioni di elevatissimo livello tecnologico. Il sistema di gestione informatica dei dati e delle immagini dell'intero sistema, innovano enormemente la conduzione delle attività chirurgiche del Presidio.
Durante il mese di aprile sono state condotte le attività di formazione del personale medico e infermieristico con particolare riferimento alle dotazioni tecnologiche per il cui impiego in fase di avvio è previsto il tutoraggio/supervisione da parte dell'impresa fornitrice.
Sono ancora in corso le attività di simulazione dei percorsi dei pazienti e degli operatori dagli ambienti di degenza e dal Pronto soccorso alle Sale e viceversa finalizzati all'ottimizzazione delle movimentazioni all'interno del blocco con logiche di efficienza e sicurezza. Sono inoltre in fase di completamento le operazioni di collaudo e certificazione degli impianti (entro al terza settimana di maggio).
«Con l'entrata in funzione del blocco operatorio del Sirai – si legge in una nota dell’ASL 7 – si aggiunge un tassello fondamentale al percorso di riorganizzazione della rete ospedaliera della ASL 7, così come previsto dal progetto regionale, che vede il Sirai di Carbonia struttura deputata alla gestione dell'emergenza-urgenza, CTO di Iglesias il presidio delle attività programmate e di elezione, con lo sviluppo dei reparti di week surgery e week hospital per la chirurgia e l'ortopedia, e il Santa Barbara dedicato alle attività ambulatoriali, come presidio di raccordo tra le attività ospedaliere e territoriali. Il nuovo modello organizzativo permetterà l’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse tecnologiche, strutturali (ambienti di degenza, sale operatorie, ambulatori) e umane».
«Abbiamo raggiunto un importante risultato che garantirà ai nostri professionisti i migliori ambienti e le migliori tecnologie per operare con qualità e sicurezza, - ha aggiunto il commissario straordinario Antonio Onnis – il percorso di riorganizzazione intrapreso e gli investimenti iniziati procedono senza sosta e presto anche il CTO di Iglesias sarà dotato di un blocco operatorio analogo, moderno e funzionale».

G.d.P.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità