NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
08
Thu, Dec
61 Nuovi articoli

Bella, ciao! Considerazioni sul 25 aprile

Ritagli
Aspetto
Condividi

"Questa mattina mi sono svegliata e ho trovato l’invasione". E’ una invasione virtuale, combattuta a suon di post. Molti di questi non riconoscono o denigrano il 25 aprile. Mi sono chiesta se effettivamente ha ancora un senso questa ricorrenza. Cosa rappresenta? Cosa festeggia?
Simbolo della lotta vittoriosa della Resistenza delle forze partigiane opposta all’occupazione nazi-fascista è sempre più lontana dalle nuove generazioni. La mia, attraverso il ricordo diretto di genitori e nonni, ha vissuto le emozioni nel racconto. Gli anni immediatamente dopo il conflitto, la ricostruzione, il boom, la sensazione di un mondo nuovo…più Libero. Gli anni 80 hanno portato la disillusione e da allora in poi i giovani hanno sottovalutato la ricorrenza tanto da vuotarla di significato. Giornata buona solo per la scampagnata fuori porta, per la vacanza infrasettimanale da scuola, lavoro.
Oggi più che mai questa festa ha significato. Resistenza, Libertà, sono termini attuali. Le prigionie odierne sono più subdole, meno invadenti, ma più invasive. La nostra stessa Libertà è prigioniera. Prigioniera di uno Stato ritenuto iniquo. Di Istituzioni che prevalgono su chi le ha istituite e, cittadini che, stanchi di non essere ascoltati, smettono di occuparsi della res publica. Non si Resiste più, cedendo di conseguenza la Libertà.
Ha più che mai senso La Festa della Liberazione. Qualsiasi colore vesta ciascuno di noi vede nella celebrazione tutelato il diritto al proprio pensiero, alla propria espressione politica. Per noi donne è ancora più significativa, da quel momento storico in poi abbiamo avuto diritto al voto, maggiori tutele. Da quel momento in poi l’Italia è cambiata. Ma l’individuo ha memoria corta, gode dei benefici e smette di chiedersi da dove questi derivino.
Il povero partigiano morto per la libertà, non saprà mai che le genti che passano non guardano più a quel fiore e non sanno neppure del sacrificio che è costato coglierlo.

Il Puntruolo Rosso

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità