NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Incendi. Pili: Sardegna indifesa. Colonia di Roma

Ritagli
Aspetto
Condividi

Da nord a sud della Sardegna, dal cuore delle zone interne alle coste. Migliaia di ettari in queste ore vengono devastati da incendi senza tregua. Preventivabili ma non prevenuti. Una Sardegna indifesa dinanzi a criminali e istituzioni protese al basso cabotaggio piuttosto che alla tutela dell'ambiente e della natura. Terra violentata e abbandonata - ieri il disastro del Marghine, oggi sul paesaggio esclusivo e ora carbonizzato del lago Omodeo. Soffre una terra indifesa, senza uomini e senza mezzi. Ambiente e natura alla mercé di criminali e vigliacchi. Qualche mese fa denunciai mezzi insufficienti e forze dell'ordine allo stremo. Spiegai che la dipendenza dal continente per governare qualsiasi calamità, dalle alluvioni agli incendi, era per la Sardegna una condanna preventiva. Significava aspettare da qualsiasi porto italiano una colonna di sicurezza e protezione civile che sarebbe arrivata sempre troppo tardi. Significava e significa restare soli. Il governo pensa ai migranti scaricando sulla Sardegna tensioni imponenti, isolandoli nella nostra terra trasformata in un mega campo d'isolamento. Scelte scellerate, contro le stesse regole dell'Onu. Eppure continua, imperterrito, a smobilitare la sicurezza in Sardegna, nonostante sorgano tensioni ovunque. Rapine ciclopiche, tentate e compiute, con decine di banditi armati con mitra di ultima generazione. Armi pesanti, contro polizia e carabinieri senza carburante, con giubbotti antiproiettili limitati ai pochi fortunati che lo trovano disponbile. Forze dell'ordine, forestali, vigili del fuoco ridotti ai minimi termini, dalle città alle zone interne. E tutti in silenzio. Regione prona a Roma, silente quanto basta per non disturbare il manovratore. Al Ministero dell'Interno sussurrano: la Regione sarda è come se non ci fosse. Hanno ragione: inutili. Accettano tutto, se ne infischiano. Conquistano galloni con il silenzio. Fuggire dalle proprie responsabilità è da vigliacchi, subire è da irresponsabili. Le tensioni non si devono governare, si devono prevenire. Ed oggi, invece, non si prevengono e non si governano. Serve più rispetto per la nostra terra! Serve più coraggio, per reagire, per difendere una terra sempre più maledettamente indifesa da vigliacchi, da codardi e criminali.

Fonte Unidos. Mauro Pili

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità