NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
64 Nuovi articoli

Iglesias. Lettera aperta sulla salute. Paride Reale Presidente del Comitato Lavoriamo insieme.

Ritagli
Aspetto
Condividi

La sanità sarda è stata guidata da uomini che si preoccupavano di soddisfare esigenze clientelari piuttosto che dare vere risposte sanitarie ai cittadini.
Oggi la situazione non è differente.
Nonostante ciò, negli anni, uomini e donne nei rispettivi ambiti, amministrativo e medico, ad Iglesias e nel sulcis, erano riusciti a creare una sanità fatta di eccellenze.
Il disastro legislativo ed amministrativo della Giunta Regionale Sarda e i drammatici errori del Commissario dell’azienda asl n. 7 hanno portato alla chiusura degli Ospedali cittadini: un prezzo inaccettabile che la nostra città sta pagando.
E' indispensabile ricreare la cultura della qualità.
Noi non ci pieghiamo.
E’ indispensabile un’inversione di tendenza, che non può però essere quella proposta nella filosofia della finta Riforma approvata dalla maggioranza guidata dal Partito Democratico.
Una riforma che propone una moltiplicazione delle spese e delle nomine ed una contrazione dell’efficienza delle strutture ospedaliere, senza che ci sia un contro bilanciamento nel decollo delle strutture territoriali.
Sicuramente esistono risposte sanitarie domiciliari, ne esistono altre che possono essere fruite appunto nelle strutture territoriali, altre che hanno riferimento negli Ospedali. Quello di Iglesias, come nel passato, deve diventare centro regionale di riferimento, la cui perfetta efficienza è ancora più indispensabile in una regione che ha il mare come confine geografico.
E’ evidente che questo obiettivo richiede la piena integrazione nel sistema di tutte le professionalità che ancora vi operano e richiedono la piena collaborazione e condivisione della Comunità Iglesiente.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna