NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Sfogliando i libri della memoria. Il timbro dei luoghi di Caterno Cesare Bettini

Ritagli
Aspetto
Condividi

Non tutti ma molti territori hanno la propria caratteristica. Ho impresso nella memoria i luoghi frequentati da bambino e nell’adolescenza, tra i quali i Sassi di Rocca Malatina, vicino a Zocca e Sasso Tignoso di Piandellagotti, ambedue in Provincia di Modena. Altri luoghi vissuti molto, nella giovinezza e nella maturità, sono state le Dolomiti. 

Non tutti ma molti territori hanno la propria caratteristica. Ho impresso nella memoria i luoghi frequentati da bambino e nell’adolescenza, tra i quali i Sassi di Rocca Malatina, vicino a Zocca e Sasso Tignoso di Piandellagotti, ambedue in Provincia di Modena. Altri luoghi vissuti molto, nella giovinezza e nella maturità, sono state le Dolomiti. Rammento le vallate del Sassolungo e i ghiaioni lunari del Latemar, oltre alle Ortles ed ai gruppi rocciosi del Sella e del Vaiolet. Vicino alle Dolomiti, ricordo con vivezza le pareti di ghiaccio dell’Adamello – Presanella, la serenità della Val d’Ultimo e la solennità alpina del Gruppo di Tessa, quest’ultime vicino a Merano. La pace del fiume Sile, in Veneto, che ho navigato con una houseboat, è nel mio ricordo perennemente nitido. Altre navigazioni su fiumi le ho effettuato a Parigi sulla Senna, a Londra, sul San Lorenzo in Canada per fotografare balene. L’imponenza delle cascate dell’Iguassù, che ho fotografato dall’elicottero, sono un tutt’uno con le foreste del Paranà. La vastità del Rio de la Plata, navigato brevemente a Buenos Aires, è pari nello stupore ai segreti archeologici pre-colombiani di Sant’Agustin, in Colombia. Il timbro inconfondibile del navigare sul fiume Chao Phraya, vicino a Bangkok, è l’atmosfera ascetica dei grandiosi templi buddhisti. In Sardegna i luoghi che parlano allo spirito sono infiniti, danno entusiasmo alla vita e contemporaneamente serenità, oltre ad un senso di libertà sconfinato. Vi ho navigato più volte nel Golfo di Orosei, con battelli da crociera e da Alghero alle Grotte di Nettuno. Sempre con battelli da crociera ho circumnavigato le isole di Sant’Antioco e San Pietro, con barche da pescatori il Temo di Bosa. Con traghetti ho navigato da Palau a La Maddalena e da Calasetta a Carloforte – Portovesme. Una navigazione molto particolare l’ho effettuata sul Lago del Cedrino, inoltrandomi nei i suoi meandri più nascosti.

Caterno Cesare Bettini

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità