NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
08
Thu, Dec
61 Nuovi articoli

Buggerru. Rete abusiva per pesca aragoste. Sequestrata dalla guardia costiera di Portoscuso

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

600 metri di rete abusiva e pericolosa per la navigazione porta al sequestro penale da aprte della Guardia Costiera di Portoscuso davanti le acque di Buggerru, nella zona di ripopolamento aragoste.
Era da tempo che i militari della Guardia Costiera di Portoscuso cercavano di dare seguito alle segnalazioni di reti illegali nello spazio di mare dedicato al ripopolamento delle aragoste davanti a Buggerru. I militari dell’Ufficio Circondariale Martittimo di Portoscuo sono così riusciti oggi a sequestrare una rete di 600 metri, non segnalata e priva delle informazioni obbligatorie. La rete, praticamente invisibile e segnalata solo da taniche a pelo acqua, è stata salpata dagli uomini della Guardia Costiera e sequestrata. Non si conosce ancora l’identità del proprietrio della rete sequestrata, contro il quale scatterebbe denuncia penale, per addesso a carico di ignoti. <Un risultato quello di oggi - dicono in capitaneria -che premia l’Ufficio Circondariale Marittimo di Portoscuso nel giorno della Festa della Marina!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità