NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
26
Sun, May
4 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Centinaia di cittadini ieri mattina si sono sottoposti al tampone Covid-19

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Sono state oltre un centinaio le persone interpellate dall'Ats per effettuare a Sant'Antioco il tampone per il Covid-19 a cui si sono aggiunte diverse decine di colontari. Da parte dei cittadini è stata una risposta seria e convinta tanto che una fila interminabile di auto che dopo le 9 si è formata sino alla tarda mattinata di ieri sotto il ponte di ingresso della citdina sulcitana, per effettuare il tampone. Una operazione che si è resa necessaria per la prevenzione del virus dopo il focolaio scoppiato recentemente a Carloforte, il cui sindaco ogni giorno ha illustrato via Social per rassicurare i cittadini. Anche il sindaco di di Sant'Antioco Ignazio Locci ha illustrato via social l'oerazione raccomandando i cittadini di proseguire nell'osservare le regole come mascherima, lavaggio delle mani ed evitare assembrament. Dopo il processo ai tamponi qualcuno dovrà rimanere in quarantena e nei prossimi giorni i controlli proseguiranno anche in altri comuni del Sulcis. «Questi controlli avvengono in continuità con il lavoro che si è fatto a Carloforte – afferma il sindaco di Sant’Antioco Ignazio Locci- Speriamo oggi di definire, una volta per tutte, questa vicenda. Abbiamo messo a disposizione tutta la parte logistica con l’ATS. Si è messa in campo una forza enorme, per effettuare tamponi a tappeto su tutti gli eventuali casi sospetti. Oggi gli ultimi 100, dopodiché credo che si sia fatto un grande lavoro di prevenzione e mappatura e quindi anche di circoscrizione di un fenomeno che è assolutamente sotto controllo. Alcune persone dovranno, ovviamente, fare la quarantena ma la vita continua tutti i giorni, in un’estate che possiamo continuare a vivere con le regole della mascherina, del distanziamento e del lavaggio delle mani.»

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna