NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
18
Fri, Sep
37 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Operazione Mare Sicuro 2020. Elevate dalla Guardia Costiera 29 sanzioni amministrative con sequestro di lettini e ombrelloni

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Nell’ ambito dell’Operazione Mare Sicuro 2020, i militari dell’ Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco, coordinati dal T.V. (CP) Francesco S.M. D’ISTRIA, sono stati impiegati nel pattugliamento sia in mare che a terra del litorale costiero, di competenza al fine della prevenzione e repressione di condotte illecite ai danni del pubblico Demanio marittimo, il fermo contrasto all’abusivismo alle innovazioni non autorizzate ed all’occupazione di suolo demaniale, il rispetto delle normative sul diporto, sull’ambiente, sulla pesca e la balneazione con lo scopo di garantire agli utenti la pacifica e sicura fruizione degli arenili e degli spazi connessi. In particolare durante la prima parte della stagione estiva, le attività sono state caratterizzate da un’intensa vigilanza circa l’osservanza dell’Ordinanza di sicurezza balneare con la costante sorveglianza delle condizioni di sicurezza per
il corretto svolgimento delle attività balneari e con specifico riguardo alle dotazioni di sicurezza obbligatorie per le strutture ricettive e all’organizzazione
del servizio di assistenza e salvataggio e all’abbandono dei rifiuti in modo incontrollato sul territorio. Nell’ambito di tale attività, il personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco, ha riscontrato diverse violazioni all’Ordinanza Balneare, in particolare, mancanza di idoneo servizio di salvataggio e di dotazioni per espletare tale servizio. In particolare, sono stati elevati n° 29 sanzioni amministrative per un totale di circa 30.000 Euro.
Inoltre, nella giornata del 12/08/2020, il personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco, ha proceduto al sequestro di n° 78 lettini e 39 ombrelloni, abusivamente piazzati sull’arenile, restituendo alla pubblica fruizionecirca 577 Mq di arenile. Il responsabile di tale abuso, è stato deferito alla Procura della Repubblica, per il Reato di abusiva occupazione di area demaniale marittima. L’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco comunica che tali verifiche
continueranno per tutta la stagione estiva ed in particolare nel periodo di Ferragosto, dove verrà rafforzata la presenza del personale sia a terra che in
mare della Guardia Costiera.
Si ricorda che è sempre attivo 24h su 24h il numero blu 1530 per le emergenze in mare.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna