NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Fri, Aug
40 Nuovi articoli

Santadi. Truffa on line. Ci casca un 22/enne che acquista una motosega mai arrivata. Autori due coniugi laziali denunciati dai carabinieri

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Ieri a Santadi, a conclusione di una serie di accertamenti investigativi, i carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà due coniugi conviventi, rispettivamente di 46 anni lui e 47 lei, residenti a Cisterna di Latina, entrambi gravati da precedenti denunce. Sono indiziati del reato di truffa aggravata. I due avevano pubblicato a settembre 2020 sul noto sito di trading online “subito.it” un annuncio concernente l’offerta di una motosega di una nota marca tedesca, ad un prezzo assolutamente accattivante. Un 28enne di Santadi aveva ritenuto molto interessante quell’offerta e, senza andare troppo per il sottile sulla necessità di essere prudente con gli sconosciuti, come raccomandano le mamme ai bambini, si era voluto fidare. Aveva così eseguito bonifici per la somma totale di 3000 euro. Gli anonimi del web gli avevano comunicato che la prima transazione da 1500 euro non era andata a buon fine e lui l’aveva incredibilmente ripetuta. Il prezzo di 1500 euro era di molto inferiore al valore di mercato di quella macchina formidabile. Mentre le foreste già tremavano dallo spavento, l’uomo intraprendeva un’attesa che lo avrebbe dapprima disilluso e poi condotto alla locale caserma dei carabinieri. La motosega al fulmicotone, ammesso che esista, non sarebbe mai stata spedita. I militari prendevano a cuore la vicenda e andavano a seguire il flusso di denaro con l’aiuto dell’amministrazione delle Poste e, con l’ausilio dei colleghi laziali, verificavano anche a chi fosse in uso l’utenza telefonica utilizzata per il contatto con la vittima del raggiro. Emergevano incontrovertibilmente i due coniugi che non sono nuovi ad analoghe imprese. Avranno un processo a Cagliari. Dopo il notevole incremento delle truffe e frodi telematiche verificatosi nel 2020, probabilmente anche a causa della pandemia che ha ristretto le persone nelle loro abitazioni, nel primo trimestre del 2021, in Provincia di Cagliari, questo particolare reato appare essere in netto calo rispetto al trimestre precedente del 18,33% (da 884 a 722). Molto spesso si tratta di campani che truffano dei sardi. Ammesso che chi è stato gabbato una volta probabilmente sarà immunizzato per circostanze successive, quante persone dovranno ancora essere gabbate perché si possa raggiungere una sorta d’immunità di gregge?

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna