NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
26
Sun, Jun
22 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Soccorso in alto mare dalla guardia costiera marittimo tunisino colpito da malore

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

La Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco, intorno alle 18 di ieri sera, dopo aver ricevuto una segnlazione di soccorso della Centrale Operativa della Direzione Marittima di Cagliari, si è adoperata a prestare assistenza medica sulla nave mercantile “ULYSSE” battente bandiera tunisina, ad un marittimo di 52 anni di nazionalità tunisina che ha accusato forti dolori addominali causati da una probabile appendicite. Disposto il trasbordo del marittimo da parte del C.I.R.M. , il Centro Internazionale Radio Medico, l’Ufficio Circondariale Marittimo di Ponti con il coordinamento del Comandante, T.V. (CP) Marco Musmeci, ha prontamente inviato sul posto la motovedetta CP 812. La motovedetta a circa 8 miglia a sud del porto di Sant’Antioco ha individuato il punto scelto per il rendez-vous effettuando il trasbordo del marittimo. Le operazioni di soccorso, trasbordo aulla motovedetta e trasporto si sono concluse intorno alle 19.40 quando il marittimo è stato sbarcato presso la banchina Sanità antistante l’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco per essere consegnato al personale medico del 118 presente in banchina e trasportato all’ospedale Sirai di Carbonia per le cure del caso. Il tempestivo intervento degli uomini della Guardia Costiera di Sant’Antioco ha permesso di fornire le idonee cure al malcapitato ed evidenziato, ancora una volta, l’importante ruolo, nell’attività di ricerca e soccorso, svolta dal Corpo delle Capitanerie di Porto- Guardia Costiera.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna