NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
65 Nuovi articoli

Carbonia. Operazione “calesse”. Catturato uno dei due sardo/olandesi. Manca solo il capo.

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Dopo la cattura delle persone implicate nell’operazione “Calesse”,  erano rimasti a piede libero solo i due capi: L. F.e R. P. il primo originario di Cagliari ed il secondo di Suelli. Il cerchio per L. F. si è chiuso con la sua cattura. Con l’operation Expert la polizia olandese, ha comunicato che a seguito della localizzazione e conseguente attivazione internazionale,  fatta dalla Compagnia di Carbonia attraverso  i canali ufficiali dell’interpol ed il  servizio per la cooperazione internazione di polizia, alle prime ore di ieri mattina a Tilburg, in Olanda, la locale polizia  ha arrestato  L.F.  42enne, residente nella città olandese, coniugato, con precedenti penali in italia, cittadino italiano, colpito dal mandato di arresto europeo dal g.i.p. del tribunale di cagliari nell’ambito dell'idagine denominata “Calesse”, coordinata dal dott. Alessandro Pili della dda di Cagliari.
L'uomo è stato condotto in carcere carcere in attesa delle procedure di estradizione, che consentirà  alla magistratura italiana di procedere nei suoi confronti.
Rimangono attive le ricerche di R.P., originario di suelli, ritenuto il gran capo dell’organizzazione che dall’Olanda inviava grandi quantità di stupefacenti in Sardegna. Entrami sono ritenutio responsabili della violazione dell’articolo 74 della legge sugli supefacenti che prevede per i capi ed organizzatori una pena fino a 20 anni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna