NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Incendi. Devastante incendio tra Santadi e Teulada. In cenere 40 ettari di alta e bassa macchia mediterranea

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

La Sardegna Brucia e della pazzia dei piromami non rimane indenne il Sulcis. Un vasto incendio, che ha impegnato i centri operativi forestali di Iglesiass e di Cagliari, è scoppiato questo pomeriggio poco dopo le 13 tra Santadi e Teulada interessando anche la frazione di Is Cattas le cui abitazioni hanno rischiato di essere minacciate dal fuoco. Le fiamme sospinte dallo scirocco e dall'alta temperatura registrata nella giornata di oggi hanno ridotto in un grande catino ardente decine di ettari di bosco e di colline intorno alla provinciale che unisce Santadi a Teulada, dal cui bordo strada sono partite le fiamme da tre punti diversi, che è stata chiusa al traffico in via precauzionale. Le fiamme hanno incenerito alta e bassa macchia mediterranea, sterpaglie, campi incolti e seminati. Si stima che siano andati distrutti dal fuoco oltre 40 ettari di territorio. Sul posto in azione un canader decollato da Olbia e tre elicoteri partiti dalle basi i Marganai, Pula e Villasalto che hanno aiutato con lanci d'acqua e di liquido ritardante le squadre dei forestali di Santadi e Teulada, vigili del fuoco del distaccamento di Carbonia, Ente Foreste delle stazioni di Tamara e Pantaleo, protezione civile di Santadi, Nuxis e Sant'Anna Arresi accorse in massa per fronteggiare le fiamme che sono state domate solo dopo diverse ore di intenso lavoro mentre continuano le opere di bonifica da parte dei forestali. ( notizia aggiornata alle 19,30)- foto Roberto Pinna

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità