NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
13
Wed, Dec
50 Nuovi articoli

Incendi. Devastante incendio tra Santadi e Teulada. In cenere 40 ettari di alta e bassa macchia mediterranea

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

La Sardegna Brucia e della pazzia dei piromami non rimane indenne il Sulcis. Un vasto incendio, che ha impegnato i centri operativi forestali di Iglesiass e di Cagliari, è scoppiato questo pomeriggio poco dopo le 13 tra Santadi e Teulada interessando anche la frazione di Is Cattas le cui abitazioni hanno rischiato di essere minacciate dal fuoco. Le fiamme sospinte dallo scirocco e dall'alta temperatura registrata nella giornata di oggi hanno ridotto in un grande catino ardente decine di ettari di bosco e di colline intorno alla provinciale che unisce Santadi a Teulada, dal cui bordo strada sono partite le fiamme da tre punti diversi, che è stata chiusa al traffico in via precauzionale. Le fiamme hanno incenerito alta e bassa macchia mediterranea, sterpaglie, campi incolti e seminati. Si stima che siano andati distrutti dal fuoco oltre 40 ettari di territorio. Sul posto in azione un canader decollato da Olbia e tre elicoteri partiti dalle basi i Marganai, Pula e Villasalto che hanno aiutato con lanci d'acqua e di liquido ritardante le squadre dei forestali di Santadi e Teulada, vigili del fuoco del distaccamento di Carbonia, Ente Foreste delle stazioni di Tamara e Pantaleo, protezione civile di Santadi, Nuxis e Sant'Anna Arresi accorse in massa per fronteggiare le fiamme che sono state domate solo dopo diverse ore di intenso lavoro mentre continuano le opere di bonifica da parte dei forestali. ( notizia aggiornata alle 19,30)- foto Roberto Pinna

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna