NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
27
Thu, Apr
54 Nuovi articoli

[VIDEO] Sant'Antioco. Incendio sulla collina dell'acquedotto. Due ettari in cenere a ridosso delle abitazioni

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Momenti di apprensione questo pomeriggio per un pericoloso incendio scoppiato a ridosso delle abitazioni alla periferia sud est di Sant'Antioco. L'incendio, di sicura origine dolosa, ha interessato circa tre ettari di territorio, incenerendo sterpaglie e bassa macchia tra il vecchio mattatoio, la zona dell'acquedotto e il canalone tra le due colline su cui si affacciano numerose abitazioni. Il fuoco scoppiato intorno alle 17,30 ha visto impegnate nell'opera di Spegnimento le squadre antincendio dei forestali di Sant'Antioco, Vigili del fuoco del distaccamento di Carbonia, Barracelli, Ente Foreste e protezione civile. Dal cielo ha operato anche un elicottero (foto Marco Siddi) giunto dalla base forestale di Pula che effettuato una decina di lanci d'acqua che ha prelevato dalla laguna. L'incendio è stato spento un'ora dopo e poi è seguita l'opera di bonifica e messa in sicurezza da parte degli agenti forestali. Per fortuna le fiamme sono state contenute a ridosso delle abitazioni ma l'allarme anche nell'isola sulcitana rimane alta per le temperature africane di questi giorni.

Commenti   

# Marco 2016-07-21 21:29
Si, oggi il nostro sindaco deve accendere un cero, per ringraziare il nostro buon Dio per ciò che non è accaduto per pura fortuna, infatti proprio per pura fortuna non è andata a fuoco la pineta, sarebbe bastato un poco di vento ed il vero dramma si sarebbe verificato, con l'andata a fuoco della pineta e probabilmente di molte case che si affacciano in via bacaredda. Stavoltaè andata bene, ma andrà bene per sempre? la statistica dice di no, ed allora bisogna intervenire di prevenzione, una parola che il nostro sindaco conosce bene ma non applica,e questo lo testimoniano i fatti, basti pensare che ad oggi la puòlizia delle sterpaglie della pineta non sono state ancora estirpate, cosa si aspetta, che passi l'estate e si faccia con il fresco di ottobre?, eppure di lettere ne sono state inviate tante per rinfrescare la memoria su cosa si deve fare in pineta agli inizi della stagione estiva, ma purtroppo non c'è nessun consigliere che gli dice cosa deve fare, per cui rimaniamo nel pericolo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna