NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
26
Tue, Sep
62 Nuovi articoli

Carbonia. “Miniera d'oro abusiva” scoperta al campo nomadi della città. Denunciati 4 nomadi per furto a Sant'Antioco

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

I carabinieri della Compagnia di Carbonia hanno scoperto nei pressi del campo nomadi di Carbonia  una “miniera d’oro” abusiva denunciando a piede libero  quattro persone. Lunedì scorso S. P. pensionato di 75 anni di Sant'Antioco ha denunciato alla locale stazione dei carabinieri che la notte precedente dalla sua casa a Cala Sapone ignoti si sono introdotti all’interno dell'abitazione portando via una cassaforte blindata contenente diversi gioielli in oro, tre motoseghe a scoppio ed una elettrica per un valore complessivo di circa 30.000 euro più una cassaforte blindata contenente quattro fucili. I malviventi si sono introdotti nella casa senza nessuna effrazione in quanto, come ha dichiarato il pensionato, la porta era aperta perchè il pensionato era andato a dormire in una casa vicina. Ricevuta la denuncia i carabinieri hanni intrapreso subito le indagini per risalire agli autori del furto. Per cercare le refurtiva, il Comando della Compagnia dei carabinieri di Carbonia ha disposto un servizio mirato effettuando alcune perquisizioni presso alcuni residenti del campo nomadi di Carbonia-Sirai con la collaborazione di una squadra dello squadrone eliportato cacciatori, del personale delle stazioni di Narcao, Teulada, Carbonia, Sant’Antioco e Nuxis e con l’appoggio aereo del velivolo CC46 A109 Nexus dell’XI Elinucleo di Cagliari-Elmas. Al termine delle  perquisizioni i carabinieri hanno denunciato a piede libero con l'acusa di ricettazione e possesso di porti d’arma comune da sparo, quattro persone. Si  tratta di N.S. 45 anni, R.V. 25 anni, N.B. 20 anni, privo di permesso di soggiorno, MC. M.  19 anni disoccupato tutti residenti in località Sirai e con precedendi di polizia. Nel corso delle perquisizioni  di controllo dell’area circostante al campo nomadi i carabinieri hanno rinvenuto numerosa refurtiva, consistente in orologi di valore di varie marche tra cui due Rolex, gioielli in oro ed argento, attrezzatura per lavori di giardinaggio e di bricolage ed altro, per un valore pari a circa 40.000 euro, di cui gran parte proveniente dal furto patito dal pensionato di Sant’Antioco mentre la rimanente refurtiva è risultta essere provento di altri furti avvenuti, tempo fa, a Cortoghiana e  a carbonia. Tutta la refurtiva rinvenuta, manca solo un Rolex di cui sono state perse le tracce, è stata interamente restituita ai legittimi proprietari. Il pensionato di Sant’Antioco, come testimonia la foto, ha ringraziato personalmente i militari che hanno effettuato l’operazione.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna