NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
05
Mon, Dec
53 Nuovi articoli

Capelli (cd). Primi importanti impegni da ministero per centrale Ottana

Cronaca Regionale
Aspetto
Condividi

“Cresce la consapevolezza da parte del Governo sulla drammatica situazione energetica della Sardegna. Oggi il Ministero dello Sviluppo Economico – attraverso il Sottosegretario Gentile – ha risposto alla mia ennesima interrogazione sul tema in Commissione attività produttive alla Camera prendendo un impegno per la soluzione della crisi a partire dalle prossime settimane”.
E’ quanto dichiara in una nota l’on. Roberto Capelli, deputato di Centro democratico al termine del question time a Montecitorio.
“Dopo le parole del Sottosegretario posso dirmi moderatamente fiducioso e auspico che questa volta si possa passare dalle buone intenzioni ai fatti. Come ho avuto modo di ribadire in Commissione – ha continuato Capelli - la questione della centrale di Ottana e del rinnovo del regime di essenzialità energetica per alcune centrali sarde è solo la punta dell’iceberg di una situazione economica e sociale ormai esplosiva. Basti solo ricordare gli ultimi gravissimi gesti intimidatori rivolti nei confronti di alcuni amministratori locali”.
“Stamani ho avuto di nuovo l’occasione di smentire i dati riportati da parte di Terna sui costi del regime di essenzialità e ho anche precisato al Sottosegretario come Terna abbia già effettuato le prove tecniche circa la capacità della Riu di Ottana di offrire il servizio e ottenere la relativa remunerazione. Aspettiamo, quindi, quei risultati con la consapevolezza – oramai ribadita nelle altre tre interrogazioni svolte nelle ultime settimane su questo tema – che intorno al rilancio dell’area di Ottana esista un piano articolato e ben studiato direttamente da parte di Ottana Energia che, attraverso l’investimento privato dopo quello pubblico, permetterebbe il rilancio di tutta un’area produttiva fondamentale per l’economia regionale. Sarebbe bene che anche il Governo lo prendesse in considerazione”, conclude Capelli.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità