NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
64 Nuovi articoli

Roma. Riparte questa mattina da Piazza Montecitorio la mobilitazione dei lavoratori Eurallumina.

Cronaca Regionale
Aspetto
Condividi


Riparte questa mattina in Piazza Montecitorio davanti alla Camera dei deputati a Roma la mobilitazione dei lavoratori Eurallumina. Motivo della manifestazione è quella di accelerare i tempi della procedura in corso per l’approvazione definitiva del progetto di rilancio della produzione dello stabilimento di Portovesme.

A far rulalre i tamburi della protesta a Roma sarà una delegazione composta da alcuni componenti della RSU e di lavoratori, cinque in tutto, che svolgeranno un presidio permanente davanti alla Camera dei deputati. I alvoratori chiedono risposte concrete giacchè entro il prossimo mese di giugno, presso l’assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente, dovrà svolgersi la conferenza decisoria per l’autorizzazione definitiva all’avvio del piano industriale e relativi investimenti(185 milioni di euro; 357 occupati diretti; 90/100 nuove assunzioni dirette; da 205 a 270 occupati giornalmente negli appalti; 200 occupati nell’indotto tra mense, trasporti e fornitori; un moltiplicatore economico che prevede la creazione di 3 posti di lavoro per ciascun posto di lavoro dell’industria per complessivi 5.000 persone considerati i nuclei familiari collegati. "L’iniziativa che inizia oggi – si legge in una nota della RSU Eurallumina - vuole sottolineare l’importanza e l’incidenza economica ed occupazionale per un territorio in gravissima sofferenza qual è il Sulcis Iglesiente e per l’intera Sardegna e la valenza strategica industriale per l’intera nazione." La rimanente componente della RSU coordinerà invece le iniziative di mobilitazione che si svolgeranno a Cagliari e nel Sulcis Iglesiente delle lavoratrici e dei lavoratori Eurallumina verso le Istituzioni e gli Enti locali competenti a supporto dell’intera durata del presidio romano.

La RSU Eurallumina ricorda, infine, con altre due note che alleghiamo, tutta la procedura sviluppatasi dal 30 dicembre 2015, alla fine della conferenza dei servizi e gli accordi e i protocolli istituzionali sottoscritti negli ultimi sette anni, da quando, nel marzo 2009, con un protocollo d’intesa tra Governo nazionale, Regione Sardegna e Azienda Eurallumina, vennero poste le basi per la ripartenza dello stabilimento Eurallumina.

1)--- SINTESI DELL’INCIDENZA SOCIO ECONOMICA OCCUPAZIONALE DEL PROGETTO RIPRESA PRODUTTIVA DI EURALLUMINA, PORTOVESME, SULCIS IGLESIENTE – SARDEGNA

INVESTIMENTO 185 MILIONI DI EURO
OCCUPATI DIRETTI 357
NUOVE ASSUNZIONI DIRETTE 90/100
OCCUPATI APPALTI PER 36 MESI PUNTA MASSIMA 270 , MEDIA GIORNALIERA 205
OCCUPATI INDOTTO TRA MENSE , TRASPORTI , FORNITORI SERVIZI 200 PERSONE
MOLTIPLICATORE ECONOMICO 1 POSTO DI LAVORO NE CREA ALTRI 3 , 1200 PERSONE
NUCLEI FAMILIARI COLLEGATI , 5000 PERSONE

2)--- PER NON VANIFICARE IL RISULTATO DI 7 ANNI DI LOTTA DEI LAVORATORI EURALLUMINA
ELENCO DEGLI ACCORDI E PROTOCOLLI ISTITUZIONALI

Protocollo d'intesa di Marzo 2009 tra Governo Italiano, Regione Sardegna e azienda Eurallumina che pone le basi per la ripartenza dello stabilimento Eurallumina

Addendum al protocollo d'intesa datato Novembre 2012 tra Mise, Regione Sardegna, Comune Portoscuso, Agenzia Entrate, Ministero Ambiente, Ministero Lavoro ecc ecc, che oltre alla volontà Politica per il rilancio di Eurallumina riporta il piano Industriale.

Aumento della rotazione dei lavoratrori Eurallumina e delle Imprese d'Appalto per il mantenimento dell'Impianto

Protocollo d'Intesa per la gestione del bacino fanghi rossi siglato tra Min. Ambiente, Regione Sardegna ( Assessorato Ambiente) Comune Portoscuso, Arpa Sardegna, Ex Provincia Carbonia Iglesias, Asl, ecc ecc

La concessione e la stipula di un Contratto di Sviluppo ( prestito) con il Governo e Invitalia per sostenere il piano di riavvio di Eurallumina.

Sblocco delle problematiche relative ai terreni gravati da usi civici ( Beneficio per tutte le aree industriali della Sardegna)

Vari Accordi per la tutela del salario per i Lavoratori Eurallumina

Anticipazione della cassaintegrazione da parte aziendale ( non scontata) per limitare al massimo i disagi economici ai lavoratori

Rientro in fabbrica di 35 lavoratori che hanno ripreso dopo 6 anni il lavoro su 3 turni per la gestione dell'Impianto TARI

Aumento ulteriore della rotazione in fabbrica da parte dei lavoratori Eurallumina e delle imprese d'appalto per i lavori di bonifica, barriera idraulica e manutenzione impianto


TUTTO OTTENUTO CHIEDENDO IL RISPETTO DELLE NORME E L'UTILIZZO DEL BUON SENSO!!!!


RSU, i lavoratori e le famiglie Eurallumina, Appalti, i fornitori, operatori dei trasporti, indotto, operatori mensa.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna