NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Santadi.Narcao. due paesi uniti dalla cultura e spettacolo

Spettacolo
Aspetto
Condividi

Santadi, con il patrocinio del Comune e il contributo della Cooperativa Sémata, si terrà la presentazione della seconda e delle successive tappe della rassegna Post Organico: The Day After, iniziata con la prima mostra allestita nei locali del Centro culturale Exmà di Cagliari, dal 22 gennaio al primo marzo 2015. Alla presentazione di sabato 23 maggio seguirà la performance <Kriorbs 8 dell'artista cagliaritano Gianni Atzeni e del musicista compositore Roberto Zanata, scelta per inaugurare il secondo appuntamento di Post Organico, dedicato al noto artista incisore. La performance, consistente in una rappresentazione visiva e sonora realizzata in progress dall'artista con il supporto musicale elettronico di Roberto Zanata, rappresenta una trasposizione in chiave interattiva del lavoro grafico di Atzeni, attraverso la combinazione di materiali poveri e supporti tecnologici, frutto delle ultime ricerche sperimentali portate avanti dall'artista nel campo dell'incisione e della grafica. La rassegna d'arte contemporanea prosegue domenica 31 maggio alle ore 11, in occasione di Monumenti Aperti, presso i locali della laveria delle Miniere di Rosas con l'inaugurazione della mostra personale di Gianni Atzeni. Il 28 giugno alle ore 19, l’artista eseguirà negli stessi locali una nuova performance, sempre ispirata alle opere di "Kriorbs 8". In occasione di questo terzo appuntamento con l'opera di Gianni Atzeni saranno presentate le opere di altri artisti che hanno aderito alla rassegna Post Organico.

La mostra, in collaborazione con il Comune di Narcao e il Comune di Santadi, Sèmata Coop., Miniere di Rosas, Associazione APGS, Museo Geopunto Iglesias, consiste in circa trenta opere grafiche di piccole, medie e grandi dimensioni eseguite prevalentemente con la tecnica incisoria della maniera nera. Partendo dall'immagine del fiore, nata per caso dall'utilizzo della rafia, materia semplice e di recupero che lega ancora una volta i suoi lavori a un linguaggio di matrice nettamente informale, Atzeni ha realizzato un percorso di ricerca praticando alcune opportune variazioni nel processo di incisione e stampa. I sottili fili di rafia si uniscono tra loro dando vita a immagini di fiori e formando nodi, con un preciso rimando al legame affettivo e familiare. Attraverso una ricostruzione delle figure incollate su tavole di varia lunghezza, caratterizzate dall'accostamento voluto delle singole opere incise e stampate, l'artista pratica un rimpicciolimento delle immagini che man mano compongono altre forme sempre meno bidimensionali, fino alla creazione di vere e proprie sequenze di elementi volumetrici, realizzate sfruttando gli effetti chiaroscurali, ma sempre con l'utilizzo della maniera nera.
L'evento sarà curato da Erica Olmetto- Direzione artistica Paola Corrias

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità