NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Carbonia. Sabato 7 e domenica 8 maggio Monumenti Aperti 2016 nella città mineraria.

Eventi Manifestazioni
Aspetto
Condividi

Sabato 7 e domenica 8 maggio, Carbonia ospita Monumenti Aperti 2016. La nostra Città conferma la sua partecipazione, per il tredicesimo anno consecutivo, alla manifestazione regionale, giunta alla sua ventesima edizione.
Cittadini e turisti potranno visitare 23 proposte tra siti e monumenti di interesse storico-archeologico e aree di interesse paesaggistico, che rappresentano il nostro importante patrimonio culturale. La manifestazione è organizzata dal Comune di Carbonia con il coordinamento dall’Associazione Imago Mundi Onlus. Anche per il 2016, è stato possibile aderire alla Manifestazione grazie all’impegno e alla partecipazione delle scuole, delle associazioni, dei volontari e della Pro Loco Carbonia.

I siti saranno visitabili, gratuitamente, il pomeriggio di sabato 7 maggio dalle 16 alle 20 e la domenica dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Diverse le novità per questa edizione.
In mostra gli importanti passi avanti realizzati nella campagna di scavo del Nuraghe Sirai e, in particolare, la parte riguardante le torri.
Per la prima volta sarà visitabile la palazzina dell’ex Direzione mineraria della Grande Miniera di Serbariu, sede del progetto Ex - Di’ Memorie in movimento – La fabbrica del Cinema.
Altra importante novità dell’edizione 2016 è il campanile della Chiesa di San Ponziano. Grazie all’iniziativa del Lions Club Carbonia, i visitatori potranno raggiungere la parte superiore del campanile e osservare lo splendido panorama della nostra Città.

Per curiosi e appassionati di archeologia saranno visitabili: il Parco Archeologico di Monte Sirai e quello di Cannas di Sotto, l'Area archeologica di Corona Maria, nella Pineta di Cortoghiana, il Museo Archeologico di Villa Sulcis, il Museo dei PaleoAmbienti Sulcitani E. A. Martel (Grande Miniera di Serbariu).

È stato confermato anche il percorso di riscoperta della fondazione di
Carbonia: con il CIAM, Carbonia Itinerari di Architettura Moderna (che avrà un doppio percorso: uno a piedi nel centro con le giovani guide e l’altro per mezzo del trenino turistico in diverse parti della Città), la Torre Civica, il Dopolavoro Centrale, Piazza Venezia a Cortoghiana e la Chiesa di San Ponziano.

Saranno visitabili, inoltre, il Centro Ricerche Sotacarbo nella Miniera di Serbariu, il Rifugio Antiaereo, l'esposizione etnografica Tanit, la Casa del Mutilato, l'Antico Borgo e i murales di Serbariu, la chiesetta operaia e il quartiere Lotto B e l'Ospedale civile (Ospedale Sirai).

Come nelle passate edizioni grande attenzione sarà rivolta alla riscoperta del passato minerario della Città con il Pozzo Castoldi a Bacu Abis e il complesso di Archeologia industriale della Grande Miniera di Serbariu che ospita anche il Museo del Carbone C.I.C.C.

Numerose le iniziative collaterali organizzate nella due giorni di Monumenti Aperti a Carbonia, che trovate nel link:
http://monumentiaperti.com/it/comuni-2/carbonia/. Tra le altre segnaliamo:
- la chiusura della manifestazione internazionale "60 anni di Vespa
Club Sardegna", all’interno dell’area della Grande Miniera di Serbariu, con esposizione di modelli Vespa dal 1946. L’esposizione è a cura di Vespa World Club, Vespa Club d'Italia e tutti i Vespa Club della Sardegna;
- sempre nella Grande Miniera di Serbariu nella Palazzina Ex Direzione
Amministrativa della Miniera, sarà presentato il Progetto EX-3DI'.
Presentazione della prima fase del progetto di ricostruzione digitale degli spazi dell'ex direzione mineraria. Saranno visitabili anche la Mostra “Macchine del Cinema” del fondo Oreste e Leandro Coni e la Mostra Personale dell’artista Antonio Mallus “Volcano”;
- nel Teatro di Bacu Abis si potrà visitare la Mostra cartografica –
documentaria "Le carte del Fondo Cossu, 1852-1958: nuova luce alla memoria della comunità", che ricostruisce la storia del carbone iniziata a Bacu Abis.

Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode. Le visite alle chiese saranno sospese durante le funzioni religiose. In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità