NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Oschiri. Prima lezione itinerante all'altare rupestre di Santo Stefano

Cultura
Aspetto
Condividi

supposizione, intuito, o che altro, ma ogni volta che scorro le immagini dell’altare rupestre di Oschiri mi viene in mente Timbuctù, particolare per i suoi meravigliosi palazzi di fango (è un luogo dove piove raramente) ma ancor più per la sua antica biblioteca dove si trovano testi importanti, compreso Avicenna in arabo, che io non so leggere. Il motivo per cui associo Timbuctù alle incisioni rupestri di Santo Stefano a Oschiri è un altro, ben più intrigante. Ordunque, sappiamo tutti che anche i Sumeri hanno riconosciuto al popolo Sardo, nel neolitico recente, la capacità di conoscere i movimenti della stella Sirio e soprattutto di non temerla, a differenza di molti popoli dell’antichità che la vedevano spaventosamente grande ed incombente. Esiste una piccola incisione rupestre a Sant’Antonio di Laconi che ricorda tale conoscenza e dimestichezza con la stella Sirio quando nel cielo faceva paura. Arrivo al nocciolo della questione: associo l’altare rupestre di Oschiri a Timbuctù in quanto vi leggo un messaggio astronomico per noi indecifrabile. Timbuctù è uno dei centri abitati del Mali vicino ad una località dove vivono i Dogon, popolazione con usi primitivi, nella cui tradizione, che risale al neolitico antico (i Dogon insistono ad asserire che la tradizione vanta 5.000 anni e più) è inserita l’incontro con un’extraterrestre. L’essere, arrivato con un astronave, ha rivelato ai Dogon, che accanto alla stella Sirio esiste una stella piccolissima di alta intensità magnetica, fonte cosmica d’energia. La stella è stata individuata da poco dagli astronomi ma l’arcano mistero è l’incontro con l’extraterrestre e la sua astronave. L’antico popolo Sardo non ha incontrato extraterrestri ma avvertiva che nell’orbita di Sirio c’era qualcosa di sconosciuto. Nella letteratura bizantina vi sono accenni ad incontri con extraterrestri a forma di pesce. Caterno Cesare Bettini

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità