NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
07
Wed, Dec
66 Nuovi articoli

Cagliari. EXMA Arte contemporanea internazionale da una collezione privata in Sardegna

Cultura
Aspetto
Condividi


Ancora pochi giorni per visitare Eastern Eyes Sguardi sul mondo attuale - Arte contemporanea internazionale da una collezione privata in Sardegna, organizzata dal Consorzio Camù con la direzione artistica di Simona Campus.

Fino a domenica 28 agosto in mostra le opere di quindici artisti orientali, tutte provenienti dalla collezione privata di Antonio Manca, che spaziano dalla pittura alla fotografia fino alle grandi istallazioni, in un percorso che si configura come un viaggio ricco d’interesse e necessario attraverso i continenti: perché «il viaggio», sottolinea Antonio Manca, «è una delle forme più immediate per la comprensione del contemporaneo e per vivere esperienze ricche di contenuti qualificanti. Alcuni riportano souvenir, immagini, emozioni... Io ho sempre pensato che la mia collezione dovesse essere il mio cordone ombelicale con quei luoghi, quelle culture, quelle genti...».

Sguardi sul mondo attuale richiama nel titolo una antologia di saggi scritti da Paul Valéry - ancora ricchi di significati per il nostro presente - e vuole esprimere un’idea dell’arte che sia presidio di civiltà e democrazia. In accordo con lo spirito che guida il collezionista nella composizione della propria raccolta, il progetto, a cura di Simona Campus in collaborazione con lo stesso Antonio Manca, si concentra su artisti e opere che affrontano e ridiscutono i cambiamenti politici, sociali, culturali degli ultimi decenni.

#1 Eastern eyes. La prima tappa del progetto fissa lo sguardo a Est: geografie culturali e ricerche sperimentali degli ultimi decenni, fino all’attualità, che a partire dai paesi dell’Ex Unione Sovietica arrivano in Cina, Indonesia e Giappone.

Ricerche che da una prospettiva specifica, posta oltre la lacerazione che fu il muro di Berlino, si inscrivono nella complessità del mondo attuale, riflettendone le problematiche e gli equilibri precari, interrogandosi sulle possibilità di far convivere le differenze, di bilanciare gli aspetti delle identità sociali e culturali con le forze della globalizzazione.

La mostra riunisce artisti affermati, già ampiamente riconosciuti nel panorama internazionale, e artisti il cui ruolo va progressivamente affermandosi nel sistema del contemporaneo: l’impegno radicale di Oleg Kulik per la salvaguardia dell’ambiente e delle specie animali, le provocazioni dei Blue Noses rivolte alla società e della cultura russa, il lavoro installativo di Peter Belyi, critico e utopico allo stesso tempo, per citarne solo alcuni, oltre a FX Harsono, tra i massimi protagonisti dell’arte contemporanea indonesiana, o ai maestri della fotografia nipponica.

Opere d’arte e libri

Parte fondamentale del progetto sono i libri relativi agli artisti e alle opere in mostra, che allestiti anch’essi lungo il percorso espositivo, possono essere consultati dai visitatori, costituendo una ulteriore e preziosa opportunità di approfondimento.

Artisti in mostra

Nobuyoshi Araki (Giappone) - Peter Belyi (Russia) - Blue Noses (Russia) - Yufit Evgeny (Russia) - Liana Ghuk Asyan (Armenia/ Germania) - FX Harsono (Indonesia) - Zang Huan (Cina) - Oleg Kulik (Ucraina) - Tatsuo Miyajima (Giappone) - Elena Nemkova (Tajikistan) - Wang QinqSong (Cina) – Roland Ventura (Filippine) - Hiroshi Sugimoto (Giappone) - Entang Wiharso (Indonesia) - Li Wei (Cina)

ORARI DI APERTURA

dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle ore 13.00 e dalle 16.00 alle 21.00.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità