NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec
55 Nuovi articoli

Cagliari. Lavoratori ex Ila inseriti nelle attività formative previste dal Piano Sulcis

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Smobilita il presidio Ee Ila allestito  davanti al palazzo di Viale Trento che durava da diversi mesi. Alla Regione è stato raggiunto l'accordo per 60 lavoratori ex Ila che avevano perso il sussidio della mobilità o che lo avrebbero perso a partire dal 30 giugno di quest'anno. L'intesa è stata siglata tra gli assessori dell'Industria e del Lavoro, Maria Grazia Piras e Virginia Mura, e i rappresentanti sindacali. Un nuovo incontro è già stato convocato per la prima decade di luglio. Sull'accordo prendono posizione le Lavoratrici ed i Lavoratori Eurallumina che hanno espresso  soddisfazione dell'accordo raggiunto tra Regione Sardegna ( Assessorati Lavoro e Industria) e Organizzazioni Sindacali, relativo alla possibilità di inserire ( in modo che abbiano anche un minimo sostentamento economico) nelle attività formative previste dal Piano Sulcis , i lavoratori della ex Ila che hanno perduto o a breve perderanno completamente gli ammortizzatori sociali , insieme ai lavoratori dell'indotto Eurallumina. Grande soddisfazione nel vedere un'ancora di salvezza per chi ormai non può più accedere agli ammortizzatori sociali, ma sopratutto una grande soddisfazione perché questa enorme  possibilità è permessa dallo stato avanzato in cui si trova la vertenza EURALLUMINA, che solo per le operazioni di preparazione dell'impianto avrà una disponibilità di occupazione per  circa 200 unità. Tutto questo è il frutto della lotta e del sacrificio delle Lavoratrici e dei Lavoratori EURALLUMINA, della loro “UNITA INTERNA” che è alla base di tutto, della collaborazione tra OO.SS , rappresentanti dei lavoratori e istituzioni (Ministeri Mise-Ambiente, Regione Sardegna , Coordinamento Piano Sulcis , istituzioni locali ecc ecc) e da tutti coloro che in questi anni hanno sempre creduto nel progetto di riavviamento della fabbrica.  Il sacrificio di chi continua senza tregua a difendere il proprio posto di lavoro è messo a disposizione anche di altri lavoratori che provengono da altre realtà e questo per noi è l'espressione massima della SOLIDARIETA' mai mancata in questi anni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità