NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
08
Thu, Dec
61 Nuovi articoli

Occupazione e lavoro. Fabio Enne (CISL): «Siamo pronti ad una grande mobilitazione popolare del territorio».

Politica Locale
Aspetto
Condividi

"Siamo davvero stanchi di sopportare e siamo allo stesso modo pronti per condurre insieme a tutte le forze sociali e rappresentanze Dell intera collettività sulcitana, una forte rivendicazione per non permettere che la Politica prosegua a isolarci facendoci morire affogati dai drammi sociali ed economici." Il segretario della Cisl del sulcis Iglesiente Fabio Enne non è tenero contro chi sta portando il territoro verso uan deserto economico ed occupativo. "Stiamo proseguendo nel coinvolgimento dell’intera popolazione territoriale - scrive Fabio Enne - e per i prossimi giorni daremo il via allo SCOSSONE POPOLARE invitando ad una grande MOBILITAZIONE direttamente proporzionata al persistente disagio sociale creato da chi ci amministra politicamente". Impietosa ed allarmante la fotografia della Cisl del Sulcis iglesiente raccontata in un comunicato che non fa sconti a nessuno. 130 mila abitanti con più di 35mila disoccupati e migliaia di lavoratori in regime di ammortizzatore sociale.
Il disastro industriale causato dall’inefficienza politica che prosegue con l’abbandono di un territorio che non vuole assolutamente rinunciare alla sua dignità socio economica.
Imbrogli e promesse anche nei settori del turismo, della pesca, del commercio, dell’agricoltura, sono le cause dell’emigrazione dei nostri giovani ed anche meno giovani.
Superficialità vergognosa della politica che non si impegna alla costruzione delle necessità infrastrutturali, dei servizi e nella tutela delle nostre imprese di tutti i settori merceologici sociali e artigianali. Piani fatiscenti che logorano la speranza di una popolazione stanca di vivere nella sofferenza economica che qualcuno vuole riaccendere nelle fasi di campagna elettorale.
Senza volere fare un elenco delle incompiute di una giunta regionale che replica nell’inoperosità è ormai irrinunciabile dare il via a una grande e determinata mobilitazione popolare del territorio.
"Siamo davvero stanchi di sopportare e siamo allo stesso modo pronti per condurre insieme a tutte le forze sociali e rappresentanze Dell’intera collettività sulcitana- conclude il documento della Cisl- una forte rivendicazione per non permettere che la politica prosegua a isolarci facendoci morire affogati dai drammi sociali ed economici".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità