NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
24
Mon, Jul
62 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Porticciolo turistico. La ricetta di Fabio Enne (Cisl):"Si continui a far lavorare gli operai "

Politica Locale
Aspetto
Condividi

«La concessione demaniale accordata al comune di Sant’Antioco per il porto turistico è scaduta. Il gestore si trova costretto ad interrompere la conduzione e a licenziare ben 25 persone. Situazione inaccettabile – spiega Fabio Enne, segretario generale della Cisl del Sulcis Iglesiente - Altri lavoratori bistrattati a causa della non curanza dell’amministrazione comunale e di quella regionale.»

«Inoltre, non verranno più garantiti i servizi essenziali di controllo e gestione del porto turistico, cagionando un grave danno ai numerosi diportisti e all’economia del territorio.

A questo punto – aggiunge Fabio Enne – l’unica soluzione, a breve termine, in attesa di quella definitiva, potrebbe essere una proroga della conduzione del porto turistico all’attuale gestore, in modo tale da scongiurare ennesimi licenziamenti e gravi disservizi.
Ricordiamo che anche la zona bar e ristorante è in attesa di nuovo bando di gara per la gestione, pertanto, sarebbe auspicabile una programmazione seria e completa per tutti i servizi connessi al porto turistico, in vista della nuova stagione estiva.»

«Una scelta differente non potrebbe che causare un grave danno ai lavoratori e all’economia turistica del territorio.
Annunciamo fin da ora una battaglia – conclude Fabio Enne – per far sì che non vengano eliminati altri preziosi posti di lavoro, pertanto, occorre, necessariamente, garantire il proseguo delle attività e dei servizi fino ad una maggiore programmazione.»

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna