NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
63 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Consiglio comunale: Perché il Tunnel

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Sulla riunione del consiglio comunale di Sant'Antioco di martedì scorso, il cui primo punto prevedeva l'approvazione di un referendum per una decisione condivisa se realizzare il ponte o il tunnel per l'accesso viario all'isola registriamo e pubblichiamo un commento di quanto si è discusso in consiglio di Marco Fontana, già consigliere comunale presidente del consiglio nella passata legislatura

Ieri sera, ho partecipato alla riunione del consiglio comunale, il cui punto di maggior interesse era quello relativo alla proposta di referendum cittadino che l'opposizione ha chiesto al sindaco nella seduta precedente, per la scelta tra Ponte o Tunnel In sostanza dopo una discussione durata circa 3 ore gli elementi di rilievo sono i seguenti:
1) la proposta di referendum e' stata ritenuta non ammissibile dal segretario comunale, in quanto tale referendum che riguarda le infrastrutture, si scontra su una competenza di livello regionale e NAZIONALE, pertanto i cittadini di Sant'Antioco non possono esprimersi;
2) le opposizioni hanno portato le loro ragioni nel sostenere la tesi del referendum, legandola anche al fatto che comunque il consiglio comunale dovra' comunque fare una variante al Puc, per poter procedere comunque alla realizzazione della infrastruttura, che sia Ponte o Tunnel;
3) la maggioranza attraverso la voce del sindaco, considera non necessario il referendum, in quanto tutto il consiglio è anche i cittadini al 90% sono d'accordo per il Tunnel, pertanto e' meglio non spendere 30 mila euro, su un qualcosa dove siamo d'accordo. E continua sul fatto che se non si fa il ponte, si rischia di perdere il finanziamento e lui fara' di tutto per non perdere l'investimento.
4) l'opposizione in risposta (considerato che anche la maggioranza e' per il Tunnel), propone d'incontrare il Presidente Pigliaru per chiedergli far dare lo studio per il Tunnel cosa, ancora oggi non fatta, e scartata a priori.
IL MIO PUNTO DI VISTA
Bene farebbe la maggioranza a far sentire la sua voce in favore del Tunnel, e poiche' e' un volere della popolazione, deve PRETENDERE che si realizzi il Tunnel per le seguenti ragioni:
1) il Tunnel, risolve definitivamente, i problemi della viabilità via mare, finalizzato al traffico delle barche da pesca e di quelle imbarcazioni da diporto che possono passare sul canale navigabile della laguna, tenuto conto che, ci sara' il dragaggio del fondale ad una batimetrica di 3 m;
2) poiché l'attuale porticciolo, non avra' spazi di crescita in quanto, il futuro del porto turistico sara' nella zona del porto, non ha nessun senso la realizzazione del ponte, in quanto diventa una struttura non utile alla nostra cittadina, ma al servizio di Calasetta, (da considerare che l'attuale capacita' ricettiva dei posti barca e' gia' soddisfatta dalle attuali barche presenti), per cui niente posti per nuove barche;
3) A questo punto, ci deve guidare il buon senso, spendere bene i soldi del master Plan, per avere il massimo profitto, per il bene dello sviluppo economico della nostra cittadina, e allora cosa fare:
a) fare il tunnel o sottopassaggio prima dell' arrivo al ponte Romano, nella zona del rettilineo dopo il curvone arrivando a Sant'Antioco; con una larghezza di almeno di 25 m per il passaggio delle barche;
b) Demolire l'attuale ponte pericolante, e richiuderlo con una fascia di terra che ci porta i seguenti vantaggi:
b1) non ci sarebbe piu' la corrente marina che da maestrale porta la sabbia dentro il porto, problema eliminato;
b2) la chiusura sull'attuale ponte, consentirebbe, di utilizzare la parte zona porto come approdo, aggiuntivo alle banchine presenti;
b3) molto importante sarebbe il recupero della SPIAGGIA PONTI che noi ragazzini abbiamo conosciuto proprio in quel punto, e sappiamo cosa vuol dire la spiaggia in paese.
c) la chiusura dell'attuale ponte sarebbe anche necessaria per non compromettere la biodiversità della nostra laguna, teniamo presente, del grande valore economico che la laguna rappresenta, e pertanto si deve tenere conto di questo delicato ecosistema necessario al ripopolamento delle coste del Sulcis
Questo e' a mio avviso quanto si può fare con le risorse economiche in gioco, si parla di circa 100 milioni di euro, e questi soldi bastano per questo ed altro, in questo modo eviteremo infrastrutture che ci deturpano l'ambiente, e ridaremo un futuro turistico, con la ricostruzione della SPIAGGIA PONTI.
Marco Fontana

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna