NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
28
Sun, May
62 Nuovi articoli

Iglesias. La Sanità Sulcitana continua a perdere pezzi. Nuovo attacco della Cisl territoriale.

Politica Locale
Aspetto
Condividi

A denunciare la situazione che si sarebbe creata nel settore delal sanità sulcitana sono Fabio Enne (Segretario Generale UST CISL Sulcis Iglesiente) e Roberto Fallo (Segretario Generale CISL FP) in un documento.
Lo ripetiamo da mesi, la sanità Sulcitana è allo sfascio. Alle scelte che non esitiamo a definire scellerate della Giunta Regionale, si aggiunge la totale assenza del Sindaco di Iglesias.
Oggi l’ennesima conferma: all’incontro che si è tenuto questa mattina al CTO, ancora una volta, ha brillato per l’assenza il Sindaco Gariazzo e la sua maggioranza.
E’ opportuno ricordarlo, il supposto riordino della rete ospedaliera ha cancellato di fatto Iglesias a discapito dell’intero territorio del Sulcis.
Non solo perdiamo numerosi posti letto, ma anche servizi, con una progressiva diminuzione degli standard per la sicurezza dei pazienti.
A mero titolo di esempio, continuando di questo passo rischiamo di non vedere mai riaperto il reparto di ostetricia e ginecologia ad Iglesias.
Non saranno sufficienti le annunciazioni di principio sull’efficientamento (pessimo neologismo) dei servizi. La verità è che la sanità sulcitana, fiore all’occhiello, nel passato, del sistema sanitario regionale (pediatrico, traumatologico etc.), è diventata l’ultima ruota del carro, peraltro inutilizzabile.
Tutto il Sulcis verrà penalizzato a causa di una gestione poco accorta, tanto meno lungimirante, da parte del Governo Regionale.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna