NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
08
Thu, Dec
65 Nuovi articoli

Masainas. Rinasce l’approdo minerario di Is Solinas

Politica Locale
Aspetto
Condividi

L'ex porto minerario di Is Solinas, nel territorio comunale di Masainas, sarà presto recuperato. Infatti, la Provincia ha avviato l’iter di affidamento dei lavori mediante procedura aperta e secondo il criterio del prezzo più basso. Dopo che, nel 2010, la Giunta provinciale aveva predisposto il progetto strategico “Sistema di Infrastrutturazione portuale del Sulcis Iglesiente” e nel 2012 era stata indetta la gara per l’affidamento del servizio di progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, poi realizzata ed approvata, adesso, sulla base della procedura aperta, qualsiasi operatore economico interessato può presentare un'offerta per prendere in mano il cantiere e realizzare l'opera.
La zona d’intervento in oggetto ricade in area SIC, regolata da un piano di gestione, in cui i lavori previsti devono essere coerenti con la protezione delle aree interessate. L’intervento, per il quale la Provincia ha predisposto un impegno di spesa complessivo pari a 375.473,58 euro, è finalizzato al ripristino, bonifica e fruizione del sito, ristabilendo le condizioni di sicurezza ottimali per la tutela del territorio, delle attività di pesca e di balneazione, che vengono praticate nello specchio d’acqua antistante, delle condizioni igieniche e dell’intero equilibrio dell’ecosistema.
Si prevede di intervenire nel tratto utilizzato come campo boe e nell’area che fronteggia lo stesso, in quanto tale spazio appare il più urgente da risanare, anche per ridurre i fenomeni di erosione e garantire una protezione alle imbarcazioni. Lo studio effettuato sul campo suggerisce il posizionamento dei pontili per l'ormeggio e con funzione di frangiflutti, essendosi evidenziata, come traversia principale, quella del libeccio/ponente, data da una consistente frequenza di questi venti, ed anche per la morfologia del sito: per proteggere lo specchio d’acqua dall’onda proveniente da tale direzione, si è ritenuto indispensabile predisporre un molo frangiflutti sopra-flutto che, in partenza dal promontorio della scogliera, si estenda in mare per 48 metri; inoltre, un molo perpendicolare alla traversia del maestrale delimiterà lo specchio d’acqua oggetto dell’intervento, mentre dei pettini perpendicolari alla linea di battigia consentiranno sia l’accesso al molo principale, delimitante lo specchio d’acqua, che l’ormeggio di imbarcazioni. L’accesso ai moli avverrà dall’arenile, tramite passerelle in appoggio, con ancoraggio basato su pali infissi a battuta. L’apertura dei plichi, per conoscere a chi sarà affidata la realizzazione dell'opera, è fissata per il 21 giugno 2016, alle ore 10, presso i locali della Provincia, in via Mazzini 39, a Carbonia.

Gianluigi Sulas ( Sulcis Iglesiente Oggi)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità