NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec
55 Nuovi articoli

Carbonia, il trionfo del M5S. Paola Massidda prepara la lista degli assessori. I nomi dei nuovi consiglieri comunali.

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Ancora a cavallo dell’onda dell’entusiasmo per il successo che l’ha portata al vertice dell’amministrazione comunale, il nuovo sindaco Paola Massidda comincia a preparare le mosse preliminari all’avvio dell’azione politica e programmatica. Il primo passo è la composizione della giunta, con i sei posti da assegnare. Rispondendo alle domande del conduttore radiofonico Luciano La Mantia, Massidda ha spiegato di essere già a buon punto: «Sottoporrò all’assemblea dei militanti le ultime proposte. Si tratta ad ogni modo di persone motivate e competenti nello specifico settore in cui saranno impegnate». L’ultima casella da coprire sarà quella del presidente del consiglio comunale, ma non è indispensabile per l’avvio del mandato, in quanto per diritto il ruolo spetta, nella prima seduta del consiglio, al consigliere anziano.
A proposito di consiglio comunale, sembra che passi, almeno per ora e salvo ricorsi, un’interpretazione della legge che porta a quindici, arrotondando per eccesso il 60 per cento spettante alla maggioranza, i seggi della lista vincitrice. Pertanto per il M5S siederanno nell’aula polifunzionale Carla Mario (359 voti), Manolo Cossu (352), Marco Serafini (248), Eleonora Cera (240), Silvia Pinna (227), Gian Luca Lai (217), Paola Argiolas (185), Daniela Marras (168), Mauro Uccheddu (161), Maurizio Soddu (134), Matteo Piras (126), Angelo Rosas (94), Giorgio Santoru (94), Elio Loi (84) e Massimiliano Zonza (82). Per la minoranza, tre candidati a sindaco non eletti, vale adire Giuseppe Casti, Ugo Piano e Daniela Garau, e sei candidati a consigliere: Pietro Morittu (472), Federico Fantinel (376) e Ivonne Fraternale (311) per il Partito Democratico; Michele Stivaletta (307) di Carbonia Unica e Massimo Usai (208), di Carbonia Possibile, liste a sostegno di Piano; Fabio Usai (867) per il Partito dei Sardi, coalizzato nel centrosinistra. Tra le esclusioni dal consiglio più clamorose, quella di Sinistra Ecologia e Libertà, che in città annovera fra i suoi esponenti il numero uno del partito in Sardegna nonché consigliere regionale Luca Pizzuto.

Giovanni Di Pasquale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità