NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
08
Thu, Dec
61 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Inaspettato stop delle operazioni di bonifica nelle aree ex Sardamag

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Improvvisamente fermi i lavori di rimozione degli inerti nelle aree ex Sardamag a Sant’Antioco. Una situazione inaccettabile, per la quale pretendiamo chiarimenti immediati da parte del commissario di Igea, società regionale che ha in carico le operazioni di bonifica.  A denunciarlo è il consigliere regionale di Forza Italia di Sant'antioco Ignazio Locci. "Uno stop inaspettato che può avere ripercussioni gravissime anche sui lavoratori- afferma Iganzio Locci- Bisogna infatti ricordare a Igea e all’Assessorato regionale all’Industria che il lavoro di bonifica viene rimborsato ogni qualvolta vengono raggiunte le 5000 tonnellate di inerti raccolti e regolarmente smaltiti. Quindi - continua il consigliere sulcitano- se non si conferisce in discarica e, di conseguenza, Igea non dispone della documentazione che certifica lo smaltimento, la Regione non può versare i soldi alla controllata regionale. Va da sé che, non avendo Igea altri introiti se non quelli derivanti dai lavori compiuti, il rischio è mandare a monte il regolare pagamento degli stipendi". La ragione della fermata dei lavori sarebbe quindi riconducibile a questioni legate alla discarica che accoglie gli inerti. "Una situazione non certa e sulla quale, ad ogni buon conto, non intendiamo mettere becco. Ciò che invece ci interessa, visto che la fermata delle operazioni di bonifica è un fatto certo, è che l’assessorato all’Industria e Igea si impegnino per risolvere celermente il problema. conclude Ignazio Locci-  Occorre percorrere tutte le strade legali necessarie per riprendere immediatamente i lavori. Abbiamo dovuto aspettare fin troppo tempo prima di assistere all’inizio delle bonifiche. Oggi non vorremmo dover subire ulteriori ritardi che, sebbene non dipendano direttamente da Igea, spetta al commissario Michele Caria risolvere"

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità