NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
03
Sat, Dec
61 Nuovi articoli

Nuxis. Opposizione all’attacco. Nonnis: «Gravi pericoli sulla statale 293 e il sindaco sta a guardare».

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Il consigliere comunale d’opposizione, Mariano Nonnis, con una lettera all’assessore regionale ai Lavori Pubblici Paolo Maninchedda, al direttore del compartimento ANAS di Cagliari e al sindaco di Nuxis, denuncia lo stato di pericolosità del tratto della statale 293 che lambisce e divide il paese ed è l’arteria di collegamento verso il resto del Sulcis Iglesiente e verso il capoluogo regionale. «Non si può più tollerare – scrive Nonnis – il disinteresse delle istituzioni nei confronti del tratto della strada statale 293 che costeggia e attraversa l’abitato del paese di Nuxis. Una porzione di asfalto assai trafficata, in quanto collegamento verso il Basso Sulcis per tutti coloro i quali intendono raggiungerlo provenendo da Cagliari e dal Cagliaritano. I non pochi lavoratori (un esempio: gli insegnanti che risiedono in quell’area e hanno la cattedra nei nostri paesi) e autotrasportatori che la percorrono quotidianamente, mentre i turisti e frequentatori del litorale della Sardegna sudoccidentale, nei mesi estivi, la rendono assai battuta. Non tutti, inoltre rispettano i limiti di velocità, facendo aumentare il rischio già di per sé alto». Pericoli per chi va sulle quattro e due ruote, dunque, ma anche per chi va a piedi: «I pedoni non sono più sicuri, visto che i marciapiedi non sono realizzati in modo tale da evitare ogni pericolo per chi li deve percorrere anzi si interrompono bruscamente ed i pedoni sono costretti a percorrere la strada sul ciglio della statale prima di mettersi in sicurezza. Che dire degli studenti costretti ad attendere i mezzi pubblici sul ciglio della strada? Non esiste una pensilina, o comunque uno spazio idoneo. E purtroppo c’è stato anche chi, a causa di questa pericolosità, ha perso la vita: quante croci ancora dovranno essere piantate sul ciglio della strada – si chiede il consigliere d’opposizione – perché finalmente questa arteria fondamentale per Nuxis e i suoi abitanti sia messa in sicurezza?». Sotto accusa, nella missiva, l’inerzia del sindaco di Nuxis Roberto Lallai di fronte al disinteresse delle istituzioni superiori: «Il Piano Sulcis – così prosegue la missiva - ha previsto diversi interventi sulla rete viaria della ormai ex provincia di Carbonia e Iglesias: ma neppure uno riguarda il tratto di strada in questione. I diritti degli abitanti di Nuxis sono stati messi da parte: neppure all’ultimo posto, che già sarebbe qualcosa, ma proprio dimenticati. Ma non sono solo le istituzioni più lontane dal comune ad averci dimenticato: che dire del silenzio dell’amministrazione comunale di fronte all’ultimo intervento dei sindaci di Piscinas, Giba e Masainas proprio sulla statale 293? Non si sente una protesta, una rivendicazione, una richiesta di realizzazione di una rotonda o comunque di messa in sicurezza di quella strada, così come è avvenuto in altri comuni. Niente di nuovo, sotto il sole di Nuxis: ormai ci siamo abituati. Lo abbiamo visto in altre vicende più o meno recenti. I primi cittadini degli altri Comuni chiedono, attraverso i propri rappresentanti, combattono e rivendicano i diritti della loro gente e talvolta ottengono, a Nuxis tutto questo purtroppo non avviene. La misura è colma e le istituzioni devono farsi carico anche del nostro problema, assumendosi le proprie responsabilità e rispondere alle esigenze dei cittadini di Nuxis. È un dovere – conclude Nonnis – rivendicare i diritti del paese e dei suoi cittadini».

Giovanni Di Pasquale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità