NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
25
Sun, Feb
40 Nuovi articoli

Carbonia. Aree Ligestra, se ne riparla in commissione, accolta la proposta del consigliere di opposizione Usai

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Il nodo delle aree di proprietà di Ligestra, società di Fintecna che ha assorbito il patrimonio fondiario dell’Alumix, che occupano un’ampia porzione del territorio comunale (nella foto, i terreni alle spalle della scuola media di via Dalmazia), viene affrontato dalla commissione consiliare Urbanistica in coordinamento con l’assessore Luca Caschili. Su proposta del consigliere comunale di opposizione Fabio Usai e accolta dall’intero organismo presieduto dal consigliere del M5S Marco Serafini e dallo stesso Caschili. «Nel corso del presedente mandato del consiglio comunale – spiega Usai – l’amministrazione comunale aveva acquisito una parte di questo patrimonio ma tutt’oggi Ligestra è ancora proprietaria di aree cinque volte più grandi, di cui non si cura e che versano nel più totale abbandono, usata come area di pascolo, ricettacolo di discariche abusive è ricoperta di folte sterpaglie. Carbonia ha bisogno di un prendere l’inziativa in merito all’utilizzo e alla ridefinizione delle aree Ligestra per avere un utilizzo più corretto, consono alle prospettive di sviluppo della città». Per farlo sarà messa in campo una vera e propria task force tecnica e amministrativa che si occupi di queste aree. Prossimamente l’assessore all’Urbanistica si attiverà per un confronto a Roma con i vertici della società. «Su questo – conclude Usai – c’è il pieno accordo di tutti. Quando ci sono le buone idee l’unità si può avere e si ottiene».

Giovanni Di Pasquale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna