NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec
63 Nuovi articoli

Cagliari. Grave situazione in cui versano i Beni culturali della sardegna, denuncia di forza Italia Sardegna

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

L’imminente chiusura (in alcuni casi già avvenuta) per mancanza di fondi (esattamente di tre milioni di euro) di musei e siti archeologici della Sardegna, sembrerebbe non essere un problema della Giunta regionale, che mostra anzi un disinteresse scandaloso e offensivo.

L’imminente chiusura (in alcuni casi già avvenuta) per mancanza di fondi (esattamente di tre milioni di euro) di musei e siti archeologici della Sardegna, sembrerebbe non essere un problema della Giunta regionale, che mostra anzi un disinteresse scandaloso e offensivo.

Scandaloso perché attesta di non avere minimamente a cuore la cultura, benché componente turistica dell’isola. Offensivo perché passa sopra la testa dei 600 operatori del settore che a breve si ritroveranno a spasso e senza occupazione. Del resto, non si spiega perché, nonostante l’evidente urgenza data dalla gravità della situazione, il

Consiglio regionale sia stato convocato per giovedì 19 novembre per discutere esclusivamente di due Dl (sui Gal e sulla proroga dei termini dell’entrata in vigore della Centrale unica committente) dimenticandosi di portare all’attenzione dell’aula il fatto che presto non ci saranno più certezze per il proseguo della normale attività dei Beni culturali.

Eppure, anche da più parti della stessa maggioranza, è arrivata la richiesta di attenzione verso il settore, che necessita di tre milioni di euro per far fronte al costo del personale relativo al 2015. Il bilancio di previsione della Regione per l’anno in corso, infatti, prevede una competenza pari a circa 14 milioni di euro per i costi di gestione dei Beni culturali.
Stanziamento che, tuttavia, non è in grado di garantire la copertura dei progetti per tutto il 2015. E Pigliaru, Paci e Firino questo lo sanno benissimo, anche se fanno finta di non accorgersene prendendo tempo, forse nella speranza che il 2015 passi e chi si è visto si è visto. Noi siamo invece convinti che questo atteggiamento lassista sia da condannare in maniera decisa e chiediamo che la Giunta, se vuole salvare la faccia, trovi una soluzione entro giovedì, giorno in cui si riunirà il Consiglio.

Ignazio Locci Consigliere regionale Forza italia Sardegna

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna