NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
03
Sat, Dec
59 Nuovi articoli

Cagliari. Il capogruppo Pd interviene sulla dichiarazione di Pigliaru

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

“La posizione di Pigliaru sul referendum del 17 aprile è molto chiara e netta. Fra chi sostiene il contrario ci sono coloro che lo fanno in modo strumentale e in assoluta malafede.” –dichiara il Capogruppo del Partito Democratico Pietro Cocco-.
“ Il Presidente ha infatti spiegato i contenuti di quel referendum e il fatto che non si sta chiedendo l’autorizzazione all’impianto di nuove trivelle, prendendo così le distanze da comode posizioni demagogiche molto spesso non motivate né circostanziate che in questo momento abbondano.
Non aver dato indicazioni di voto è dovuto al fatto che Pigliaru ha voluto informare ma non condizionare gli elettori, sottolineando la necessità di quella transizione energetica necessaria a bloccare il cambiamento climatico e dando a ognuno gli elementi per valutare liberamente e con piena cognizione di causa quale scelta fare. Una posizione estremamente ragionevole e rispettosa delle sensibilità di ciascun cittadino.
Che le accuse arrivino persino dal consigliere Cappellacci ha poi del ridicolo e dell’inquietante, visto che sono ancora tanto vicini i tempi di Suelli in cui l’ex presidente voleva svendere la Sardegna e sacrificarla al grande business dell’eolico.
Infine, a chi dice che è stato il Consiglio Regionale della Sardegna uno dei promotori del referendum, va ricordato che i contenuti dello stesso sono stati modificati in un momento successivo rispetto a quello del voto dell’assemblea sarda che si era espressa su sei quesiti referendari e non su uno".

.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità