NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Cagliari. Dipendenti province, nuovo confronto tra Erriu, Anci e sindacati

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

L'assessoreCristiano Erriu si è impegnato ad accelerare il percorso di attuazione della riforma ed in particolare per gli aspetti che attengono al personale delle Province, e a sottoporre al più presto all'attenzione della Giunta regionale la delibera prevista dall’articolo 70 della legge regionale n. 2/2016, nella quale si tenga conto delle preoccupazioni manifestate dai sindacati in merito al processo di mobilità e riorganizzazione del personale e delle funzioni in capo alle Province e alle Unioni di Comuni. Provincia Sassari
 Ascolta la notiziaCAGLIARI, 13 MAGGIO 2016 - L'assessore degli locali Cristiano Erriu ha incontrato i rappresentanti delle organizzazioni sindacali confederali, della Funzione pubblica e dell’Anci Sardegna, nell'ambito del tavolo istituzionale sul monitoraggio del personale delle Province, per proseguire la discussione del protocollo d’intesa sulla mobilità dei dipendenti delle Amministrazioni provinciali.

L'assessore Erriu si è impegnato ad accelerare il percorso di attuazione della riforma ed in particolare per gli aspetti che attengono al personale delle Province, e a sottoporre al più presto all’attenzione della Giunta regionale la delibera prevista dall’articolo 70 della legge regionale n. 2/2016, nella quale si tenga conto delle preoccupazioni manifestate dai sindacati in merito al processo di mobilità e riorganizzazione del personale e delle funzioni in capo alle Province e alle Unioni di Comuni.

Cgil, Cisl e Uil dovranno invece pronunciarsi sulla possibilità di avvalersi delle leggi di stabilità statali e dell’utilizzo del portale della mobilità. L’esponente dell’esecutivo Pigliaru ha poi ricordato che lo stesso ministro per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione Marianna Madia ha garantito ampia disponibilità da parte del Governo nel mettere a disposizione il portale mobilità.gov, nonostante la Sardegna abbia sforato il limite del 31 dicembre 2015 previsto dal Decreto ministeriale del 14 settembre 2015 per presentare la richiesta di utilizzo del portale stesso.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità