NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
20
Sat, Jan
49 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Lotta al randagismo. Il sindaco Locci: la Regione metta in campo azioni concrete e straordinarie

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

Il Comune di sant'Antioco dopo l'ultimo episodio di randagismo che ha colpito pesantemente un'azienda di allevamemto ovino rilancia la palla alla Regione aacusata di fare poco o niente per fronteggiare questa emergenza purtroppo non isolata.  Comuni lasciati soli dalla Regione e senza adeguate risorse per porre un freno al crescente fenomeno del randagismo. Occorre, da una parte, stanziare i fondi sufficienti, e dall’altra, mettere in campo piani straordinari coordinati a sostegno dei Comuni. Strategie ponderate, dunque, sulla falsa riga delle azioni messe in campo per arginare la “Peste suina”: escludendo naturalmente qualsiasi tipo di intervento che preveda l’abbattimento dei randagi. Ciò che è accaduto nei giorni scorsi a Sant’Antioco (decine di agnelli sono stati uccisi da cani randagi provocando un ingente danno all’azienda coinvolta), non è il primo episodio di questo tipo, come Sant’Antioco non è l’unico Comune dove ciò accade. Ecco perché spetta alla Regione creare un piano valido per tutti i centri della Sardegna. Bisogna partire da una task force formata dai veterinari dei servizi sanitari regionali e dal Corpo Forestale, che si occupi delle sterilizzazioni: i veterinari infatti hanno consapevolezza dei luoghi dove abitualmente risiedono mute di cani randagi. Senza dimenticare una grande campagna di sensibilizzazione all’adozione che preveda, eventualmente, forme di incentivo, e che sia rivolta anche alla tutela del benessere e alla lotta all'abbandono degli animali da compagnia. La Regione deve prendere atto che si tratta di un fenomeno la cui risoluzione non può essere lasciata alle associazioni di volontariato che, pur tra mille difficoltà, svolgono un lavoro egregio. E nemmeno ai Comuni, i quali non hanno le risorse e gli strumenti necessari per limitare il problema.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna